“Bancomat? Solo per importi superiori a 10 euro”. Solo una delle tante meraviglie della Sassuolo leghista

di E.T. #Sassuolo twitter@modenanewsgaia #Maiconsalvini   “Posso pagare con il bancomat?”. Lei cambia espressione e si fa seria. Mi deve convincere che ha ragione lei: “No. Solo per importi superiori ai 10 euro”; è professionalissima. Anche io: La legge non lo dice. Per Sua informazione Lei dice una scemenza”. Paga il il mio amico. Avevo solo 2 euro in contanti nel portafogli e comunque non pago mai in contanti. La bellezza al banco si spaventa e mi dice: “Se vuoi ti faccio pagare anche con il bancomat”. Rincaro: “Lei non mi sta facendo un favore. Comunque siamo a posto così”. Lei arretra come se potessi arrivarle addosso. Cosa che mi guarderei bene dal fare persino se fossi affamato. E detesto le persone che mi danno del tu come se cenassimo allo stesso désco (per i fan di Salvini a questo link il significato di désco) Eccola l’onesta cittadina che vota Lega perché ci vogliono onestà e sicurezza. E che aggira la Legge – da nessuna parte in quella legge sta scritto che esista un minimo per pagare con il Bancomat, a Rubiera due giorni fa ho pagato un caffè con il Bancomat – e da nessuna parte della mia testa sta scritto che io mi faccia prendere per il culo da una che si inventa delle regole che non esistono. Del resto ho sperimentato il principio di chi si ribella alle regole dello Stato: odio lo stato perché mi dà delle regole quando io voglio che siano le mie ad essere rispettate non quelle che mi dà lo stato. E’ il principio dell’ignoranza poco onesta che non ha nemmeno i mezzi per capire che si è ignoranti e poco onesti. Poi sono io ad essere guardato in cagnesco. Perché quando li sbugiardi diventano aggressivi. Come tutti coloro che hanno qualcosa da nascondere.     (18 dicembre 2019) ©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata                  
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: