19 C
Sassuolo
24.2 C
Roma
Pubblicità
Pubblicità

CRONACA

Pubblicità

FIORANO MODENESE

EMILIA-ROMAGNA

HomeNotizieEnnesimi interventi del Comune nelle aree verdi

Ennesimi interventi del Comune nelle aree verdi

Pubblicità
Iscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Redazione Sassuolo

Sono iniziati nei giorni scorsi i primi interventi di manutenzione/messa in sicurezza delle attrezzature ludiche dislocate all’interno di parchi e aree verdi scolastiche comunali, risultato delle ispezioni principali annuali svolte nell’autunno 2023. L’esito dell’ispezione principale annuale ha evidenziato criticità su buona parte delle attrezzature ludiche e degli arredi presenti all’interno delle aree verdi comunali, imponendo – recita un comunicato stampa inviato in redazione che non può che scrivere ciò che scrive – all’Amministrazione di dirottare parte delle somme a bilancio sui capitoli del verde, al fine avviare le necessarie attività manutentive.

Dunque nuove determine, come se l’ultimo scorcio di legislatura non fosse quello in cui si mettono all’opera per tentare, quasi disperatamente, di dire io valgo dettagliatamente descritte:

“Con Determinazioni n.657 del 07.12.2023 e n.686 del 14.12.2023 del Settore II – Ambiente e Territorio – Servizio Controllo Lavori Pubblici sono state impegnate rispettivamente euro 80.000,00 e euro 113.900,00, per un totale di euro 193.900,00 IVA  22% inclusa che permetterà di svolgere entro l’anno 2024 gli interventi di messa in sicurezza delle strutture presenti all’interno delle aree verdi comunali, sulle quali si ritiene prioritario agire, con l’obiettivo di riportare le stesse in buono stato di conservazione e fruizione” a favore del “patrimonio ludico – ricreativo presente all’interno delle aree verdi comunali necessita di importanti interventi manutentivi, non più a carattere ordinario, ma straordinario in ragione della sua vetustà” – perché se ne sono accorti solo oggi, impegnati com’erano a dare la colpa all’amministrazione precedente nonostante siano al governo da cinque anni – “condizione che di fatto imporrà, in alcuni casi, la demolizione delle infrastrutture non più in grado di garantire una fruizione in sicurezza, in quanto irrecuperabili [sic] e caratterizzate da costi di ripristino più elevati rispetto all’effettivo valore del bene. Viste le precarie condizioni in cui versano le strutture e i costi di ripristino esorbitanti, di fatto antieconomici in ragione della vetustà degli arredi, l’unica soluzione manutentiva attuabile sarà quella della demolizione e della parziale sostituzione”, sembra quasi di leggere che i figli dei sassolesi abbiano giocato su strutture che potevano causare loro danno. Ma non c’è scritto, e ci guardiamo bene dall’affermarlo.

Ecco descritto, in ultima analisi e con agghiacciante sintesi, ma soprattutto pensando di parlare d’altro, l’attenzione dell’amministrazione uscente ai problemi della città e dei cittadini. Una grande sindacatura, non c’è che dire.

 

 

(3 maggio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 



LEGGI ANCHE