La donazione in denaro della Comunità Etiope alla Città di Modena contro il Coronavirus

Altre Notizie

“Il Gabbiano – Progetto Čechov”, Teatro Storchi. Dall’8 all’11 dicembre

di Redazione Spettacoli Attore, autore e regista, Premio della Critica ANCT 2020 e vicedirettore e coordinatore della Scuola per Attori del Teatro Stabile di Torino dal 2021, Leonardo Lidi si avvicina a uno scrittore a lui caro, Anton Čechov, insieme a un gruppo di tredici attori. Prodotto da Teatro Stabile dell’Umbria, Emilia Romagna Teatro ERT […]

DIVERGENTI. Festival Internazionale di Cinema Trans. Premiati i vincitori della XII edizione

di Pa.M.M. Con la premiazione dei vincitori si è chiusa nella serata di sabato 3 dicembre presso il Cinema Lumière di Bologna, alla presenza dei giurati e degli organizzatori, la dodicesima edizione di Divergenti l’unico festival cinematografico in Italia, e uno dei pochi in tutto il mondo, interamente dedicato alla narrazione e rappresentazione dell’esperienza trans. […]

Incidente mortale sul lavoro, dichiarazione del sindaco Lepore

di Redazione Bologna “Apprendo con dolore dell’incidente occorso oggi a Bologna a un lavoratore, che ha perso la vita cadendo dal tetto di un capannone, precipitando all’interno dell’edificio a causa del cedimento di una vetrata. Esprimo il mio cordoglio e quello della città alla famiglia e agli amici della vittima. Sul posto si sono recati, appresa […]

Massimo Dapporto e Antonello Fassari al Teatro Duse, con il “Delitto di via dell’Orsina”

di Redazione Bologna Una commedia nera con un ingranaggio drammaturgico perfetto, fatto di trovate, energia e divertimento, tra clownerie e astrazioni beckettiane. Dal 9 all’11 dicembre (venerdì e sabato alle ore 21, domenica alle 16) approda al Teatro Duse di Bologna ‘Il delitto di via dell’Orsina’ uno degli atti unici più noti di Eugène-Marin Labiche, […]

“La Congiura / Giulio Cesare” dall’opera di Shakespeare le tracce degli intrighi politici che arrivano fino a oggi

di Redazione Spettacoli Giulio Cesare, l’uomo e il politico, dove il personale si confonde con il pubblico, e dove gli intrighi e le strategie per affossare l’amico-avversario gettano ombre sinistre sulla politica contemporanea. La regista Laura Angiulli rilegge il grande classico shakespeariano in “La congiura / Giulio Cesare”, di cui ha curato anche la drammaturgia, per la […]

Condividi

di Redazione #Modena twitter@modenanewsgaia #Coronavirus

 

Un esempio di comunità solidale, alla quale siamo grati per la vicinanza al Comune e agli operatori sanitari”. Così l’assessora alla Cooperazione internazionale del Comune di Modena Debora Ferrari ha voluto ringraziare, assieme al collega di giunta Andrea Bosi e parlando anche a nome del sindaco Gian Carlo Muzzarelli, l’Associazione di volontariato degli etiopi di Modena (Avemo) per la donazione di 1.500 euro all’Azienda ospedaliero – universitaria cittadina. Un contributo concreto da parte della comunità del Paese africano, raccolto tra i membri dell’associazione, per sostenere le istituzioni nella fase dell’emergenza Coronavirus.

L’assessora Ferrari ha conversato in video-conferenza col presidente di Avemo, Zewidu Demisew Zeleke, che ha ringraziato per conto della comunità etiope per l’accoglienza ricevuta negli anni da parte della città e ha apprezzato la gestione dell’attuale situazione di emergenza. “In giorni come questi siamo tutti coinvolti allo stesso modo – spiega l’assessore – in una situazione di necessità. In futuro mi auguro poter proseguire il dialogo con Avemo al Tavolo comunale di cooperazione internazionale”.

L’associazione è stata costituita meno di un anno fa, il 7 maggio 2019, con l’obiettivo di migliorare le condizioni di vita, della tutela della salute e dello sviluppo sociale e culturale di persone in difficoltà. A Modena Avemo opera raccogliendo fondi, sensibilizzando l’opinione pubblica sui Paesi in via di sviluppo e collaborando a progetti di sostegno a famiglie che ne abbiano bisogno, giovani che non riescono a studiare per la mancanza dei beni di prima necessità e anziani soli. In città la comunità etiope conta quasi 200 persone, con la presenza di nuclei familiari radicati da anni, e la seconda generazione supera numericamente la prima. “Ci troviamo bene – osserva il presidente – e cerchiamo di rendere l’Etiopia partecipe della vita sociale del territorio”.

 

(4 aprile 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0

0
0

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: