Modena. Due arresti per spaccio e resistenza a pubblico ufficiale

Altre Notizie

Le celebrazioni del Giorno della Memoria a Scandiano

di Redazione Scandiano La mattina del 27 gennaio le celebrazioni del Giorno della Memoria a Scandiano. Prima della commemorazione ufficiale, il sindaco Matteo Nasciuti ha lucidato la pietra d’inciampo dedicata a Guglielmo Corradini, antifascista e partigiano scandianese deportato e ucciso a Mathausen, in piazza Spallanzani. Con lui anche un parente di Corradini, Luca Basenghi, con la figlia […]

La Rocca di Scandiano in rosa per onorare il Giro d’Italia

di Redazione Sport Mancano 100 giorni alla partenza del Giro d’Italia 2023, qualcuno in più alla prima storica partenza di tappa da Scandiano, il 16 maggio nella frazione che condurrà i ciclisti a Viareggio. Nella serata del 26 gennaio l’amministrazione comunale ha dato appuntamento davanti alla Rocca a tutte le ciclistiche scandianesi per dare ufficialmente il […]

Condividi

di Redazione #Modena twitter@modenanewsgaia #Cronaca

 

Il 18 settembre scorso alle ore 23.00 circa, nel corso di uno specifico servizio antidroga, i Carabinieri del dipendente Nucleo Operativo e Radiomobile – Sezione Operativa, unitamente ai militari della stazione carabinieri di Modena Principale, traevano in arresto in flagranza di reato due ventenni, uno di origine tunisina e uno proveniente dal Marocco, per detenzione ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale. In particolare i giovani spacciatori, al fine di sottrarsi alle operazioni di identificazione, si davano a precipitosa fuga a bordo dell’autovettura di proprietà della compagna di uno dei due, effettuando manovre avventate che mettevano in concreto pericolo di incolumità fisica degli ulteriori utenti della strada. Inseguiti dai militari operanti, i malviventi abbandonavano il veicolo in corsa che impattava su un muretto e continuavano la propria fuga a piedi. Dopo un breve inseguimento a piedi, i carabinieri riuscivano a bloccarli definitivamente nonostante l’ulteriore attiva resistenza opposta.

All’esito delle successive operazioni di perquisizione personale e veicolare, i militari operanti rinvenivano nella disponibilità dei giovani circa mezzo kg di sostanza stupefacente di tipo hashish e diverse dosi di cocaina già confezionate per lo spaccio, unitamente alla somma contante di 800 euro circa, risultato dell’attività delinquenziale.

 

 

(20 settembre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 





 

 

 

 

 

 




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: