Reggio Emilia vince il bando regionale per ralizzare il piano integrato “902|Abitare Solidale”

di Redazione #ReggioEmilia twitter@reggioemilnotiz #Sociale

 

La Giunta Regionale dell’Emilia-Romagna (con la delibera 487 dell’11 maggio 2020), ha approvato la graduatoria delle manifestazioni di interesse ammissibili al finanziamento per la realizzazione del Piano Integrato di Edilizia Residenziale Sociale (Piers), premiando il progetto presentato dal Comune di Reggio Emilia su via Paradisi e via Turri. Gli interventi ammessi al finanziamento, per un importo complessivo di circa 21 milioni di euro sono quattro (Carpi, Rimini, Reggio Emilia, Ravenna) sulle complessive dieci manifestazioni di interesse pervenute presentate dai comuni.

La proposta di Piano integrato promossa dal Comune di Reggio Emilia, nel quadrante est della zona Stazione, denominata “902/abitare solidale”, è risultata beneficiaria di finanziamento per un importo complessivo di 5,3 milioni di euro. Il Piano “902/abitare solidale”, prevede un ampio programma di rigenerazione urbana di edifici e aree di interesse pubblico, privilegiando il recupero edilizio e l’incremento della qualità abitativa e delle infrastrutture esistenti sia per la mobilità che per le funzioni di interesse collettivo del quartiere.

Il programma di interventi rappresenta un innovativo prototipo strategico di rigenerazione urbana e sociale, per incrementare la qualità dell’abitare, la coesione ed inclusione sociale e la sicurezza dello spazio urbano della zona Stazione, attraverso progetti urbanistico-edilizi e azioni socio-culturali. L’importo complessivo dell’intervento è di 16,9 milioni di euro. Il programma complessivo prevede 8,9 milioni di euro di cofinanziamento comunale e 2,5 milioni di euro di cofinanziamento a carico di altri Enti, di cui 1,4 milioni da parte di Acer Reggio Emilia. Il programma di interventi si attuerà attraverso sei stralci attuativi, per una durata stimata di cinque anni.

Si tratta di una svolta storica per un quadrante di città sul quale abbiamo investito molto – chiosa il sindaco Luca Vecchi – Già nello scorso mandato con l’operazione del trasferimento della sede della Polizia municipale avevamo fatto capire ai residenti della zona Stazione che l’Amministrazione comunale era in campo, con progetti seri e concreti, per offrire soluzioni innovative venendo incontro alle richieste dei residenti. Questo è un ulteriore, decisivo passo in avanti per via Turri, via Paradisi, e tutto il quadrante della zona della stazione”.

 

(15 maggio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: