Sassuolo avrà la sua docuserie sul Teatro Carani: “Ieri, Oggi, Carani”

Altre Notizie

Tra pietre d’inciampo e cimitero ebraico. Scandiano celebra il Giorno della Memoria

di Redazione Scandiano Verrà celebrato come di consueto il 27 gennaio il Giorno della Memoria, appuntamento internazionale dedicata alle vittime dell’olocausto, anche a Scandiano. Venerdì 27 gennaio, infatti, un ricco programma attende gli scandianesi. In un’iniziativa, organizzata dal Comune di Scandiano, in collaborazione con Anpi Scandiano, al Cimitero Ebraico nel parco Lazzaro Padoa di Scandiano, nell’ambito […]

Camplus Go Home!, da Bologna contro chi approfitta della crisi abitativa e specula sul bisogno di una casa

di Redazione Bologna Oggi abbiamo fatto visita al Camplus Living di Piazza Malpighi, sede di alcuni dei molti appartamenti in gestione a Camplus a Bologna. CAMPLUS GO HOME è il chiaro messaggio che abbiamo voluto lasciare, per dire che non è il benvenuto a Bologna chi specula, guadagna e approfitta della crisi abitativa attuale per […]

Condividi

di Redazione Cultura

In vista della riapertura del Teatro Carani in programma per Dicembre 2023, TILT Associazione Giovanile con il contributo del Comune di Sassuolo e della Fondazione di Modena sta girando “Ieri, oggi, Carani” una docuserie sulla storia del teatro dalla sua fondazione ai giorni nostri.

La docuserie diretta da Federico Ferrari insieme a Mirco Marmiroli, Giovanni Bursi e Letizia Ballarini racconta dei primi 90 anni di vita del Teatro in 5 puntate che uniranno una parte narrativa ad elementi di fiction con attori professionisti coinvolgendo anche alcuni luoghi iconici della città [sic] come il Politeama Sociale o la Bottega storica di Roteglia in Piazza Piccola.

“La docuserie – spiega Federico Ferrari – vuole far rivivere la Storia del Teatro Carani alla comunità sassolese in vista della prossima riapertura, per far conoscere anche alle più giovani generazioni che non lo hanno mai frequentato, cosa ha rappresentato non solo per il territorio quanto per il mondo della cultura a livello nazionale, ospitando tanti fra i principali attori, artisti e cantanti della seconda metà del Novecento. Una storia che attraversa un intero secolo in cui 10milioni di spettatori hanno varcato il foyer del Teatro, hanno pianto, riso, provato emozioni all’interno di questa sala. Un luogo in cui Sassuolo ha costruito la sua identità e che ora sta rinascendo andando in controtendenza rispetto a quanto sta succedendo nel mondo della cultura e non solo”.

Narratrice della docuserie sarà la giornalista RAI Gloria Aura Bortolini affiancata da numerosi attori che interpreteranno i cugini Mario ed Eugenio Carani, il progettista Zeno Carani e il primo direttore del Teatro Diego Cuoghi. Insieme a loro molte interviste a protagonisti che hanno scritto pagine importanti della storia del Carani fra cui Nek, Alberto Bertoli, Leone Magiera, Daniele Rubboli, Raina Kabaivanska, Adua Veroni, Paolo Dal Bon, Ruggero Casolari e Caterina Caselli.

“Sono molto contento per l’opportunità che abbiamo di poter raccontare la storia del Carani nell’anno della sua riapertura – conclude Federico Ferrari – e per questo voglio ringraziare chi ci sta supportando nella produzione della docuserie: il Comune di Sassuolo, la Fondazione di Modena, la Fondazione Teatro Carani in particolare nella figura di Luca Mussini, l’Archivio Teatro Carani e tutte le figure amministrative e tecniche di questi Enti, oltre ovviamente a tutta la troupe di produzione”.

Perché è sempre bene autocelebrarsi un po’ durante le feste di fine anno. Porta bene.

 

(23 dicembre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: