29.8 C
Sassuolo
32.4 C
Roma
Pubblicità
Pubblicità

CRONACA

Pubblicità

FIORANO MODENESE

EMILIA-ROMAGNA

HomeCopertinaSassuolo. "La nostra aula non ha più pareti", non vuole dire nulla...

Sassuolo. “La nostra aula non ha più pareti”, non vuole dire nulla ma fa titolo

Pubblicità
Iscrivetevi al nostro Canale Telegram

Si intitola “La nostra aula non ha più pareti”: è il progetto per le scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di 1° grado approvato dalla Giunta del Comune di Sassuolo con la delibera n° 27 del 20 febbraio in corso di pubblicazione all’Albo Pretorio.

“Considerato che in data 1 febbraio 2024 il GLT – gruppo di lavoro tematico qualificazione scolastica – del “Patto per la scuola” (formato dai dirigenti scolastici di tutte le scuole dell’obbligo, statali e paritarie, di Sassuolo) – si legge nella delibera –  come attestato dal relativo verbale conservato agli atti, ha manifestato il proprio interesse a domandare, in occasione della prevista apertura del Teatro Carani, l’estensione dell’ordinaria programmazione teatrale per l’anno 2024, in fase di predisposizione da parte della sopra citata Fondazione, prevedendo anche spettacoli riservati alle scuole dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado di Sassuolo da realizzare entro la fine dell’a.s. 2023/2024 in aggiunta ai progetti di qualificazione scolastica già approvati con la già citata deliberazione di giunta comunale n. 198 del 28/09/2023, per promuovere già in età scolare l’educazione alla fruizione di eventi culturali archetipi quali quelli teatrali”.

La Giunta ha deliberato di approvare il progetto “La nostra aula non ha più pareti. Proposte per le scuole 2024” presentato dalla “Fondazione Teatro Carani ETS”, che prevede tra l’altro:

  • la realizzazione dello spettacolo teatrale per le scuole secondarie di 1° grado “Esercizi di fantasia” della compagnia Sosta Palmizi per il giorno 3 aprile 2024 con 2 repliche nella stessa mattinata ;
  • la realizzazione dello spettacolo teatrale per le scuole primarie “Il sogno di tartaruga” della compagnia Il Baule Volante per i giorni 8 e 9 aprile 2024;
  • la realizzazione dello spettacolo teatrale per le scuole dell’infanzia “Pam Parole Matita” della compagnia Luna e Gnac per il giorno 16 maggio 2023 ;
  • la richiesta di concessione contributo di euro 10.000,00 a carico del Comune di Sassuolo a fronte della prevista adesione gratuita al progetto da parte delle scuole interessate.

“In occasione della tanto attesa riapertura dello storico teatro cittadino e in considerazione delle richieste delle scuole stesse, è un nostro obiettivo favorire un’ampia partecipazione di classi, affinché fin dai nostri bimbi più piccoli si possa creare un attenzione al teatro che sicuramente continuerà e si intensificherà nel tempo – specifica l’Assessore alla Pubblica Istruzione Alessandra Borghi- Tutte le prime 5 rappresentazioni scelte e proposte dalla direzione del teatro saranno completamente gratuite per le classi partecipanti delle scuole sia statali e che paritarie, in relazione alla capienza del teatro stesso. L’assessorato, per favorire la partecipazione, sta inoltre provvedendo a organizzare per le scuole meno vicine al teatro anche tutti i trasporti necessari “.

Tanta inutile prosopopea per una normale programmazione teatrale per l’infanzia, che non è certamente una rivoluzione copernicana, non fa che confermare il vuoto cosmico dietro la propaganda stantia della giunta Menani che si affida al Teatro Carani per risollevarsi da un quinquennio indimenticabile (qualsiasi significato si voglia dare alla parola “indimenticabile”). Non basta un teatro per rimediare al deserto culturale che sta dietro certe scelte.

 

(24 febbraio 2024)

©gaiaitalia.com 2024 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 



Comune di Sassuolo
cielo sereno
30.5 ° C
32.2 °
30 °
55 %
1.3kmh
4 %
Sab
32 °
Dom
32 °
Lun
33 °
Mar
33 °
Mer
35 °

LEGGI ANCHE