17.2 C
Comune di Sassuolo
martedì, Giugno 15, 2021
HomeNotizieSassuolo. Sequestro di marijuana, hashish e denaro contante. Un arresto

Sassuolo. Sequestro di marijuana, hashish e denaro contante. Un arresto

di Redazione, #Sassuolo

Un chilo e settecentosessantaquattro grammi di marijuana sequestrati oltre a 4.460 € provento di spaccio: è questo il bilancio di un’operazione anti droga messa a segno nel pomeriggio di ieri  e nella mattinata di oggi dalla Polizia Locale di Sassuolo.

A seguito di specifica attività di polizia giudiziaria finalizzata al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, infatti, nel pomeriggio di ieri personale del Corpo di Polizia Locale di Sassuolo ha eseguito mirati controlli all’interno del Parco Vistarino nel corso dei quali sono stati identificati due giovani assuntori di sostanze stupefacenti, di cui uno minorenne, trovati in possesso di complessivi gr. 51.8 di   marijuana. Nei confronti dei due giovani si è proceduto ai sensi dell’ art. 75 del Dpr 309/1990, ovvero alla segnalazione in Prefettura in relazione al possesso e all’uso della sostanza.

Dai riscontri eseguiti e dalle informazioni assunte era possibile acquisire elementi per risalire allo spacciatore che, nella mattinata di oggi è stato sottoposto a perquisizione personale e domiciliare con l’ausilio dell’unità cinofila anti droga.

Ad esito della perquisizione è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro uno zaino contenente marijuana per un peso complessivo di Kg 1.764, oltre a due pezzi di sostanza resinosa rivelatasi essere “hashish” per un peso di gr. 156; materiale per il confezionamento della sostanza (bustine trasparenti). Lo zaino ed il suo contenuto erano celati all’interno di un armadio della camera da letto dell’arrestato. È stato inoltre sequestrato un telefono cellulare, utilizzato per concordare le vendite dello stupefacente, oltre ad un bilancino di precisione ed alla somma contante di euro 4460, provento di spaccio.

Al termine delle operazioni e su disposizione del Sostituto Procuratore di turno, l’arrestato è stato associato alla Casa circondariale di Modena. Il comunicato prosegue con il solito commento sindacale all’operazione, del tutto irrilevante ai fini informativi e di cronaca.

 

(21 maggio 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 




POTREBBERO INTERESSARTI
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: