Una manifestazione a Bologna per dire “No” a Nethanyau e all’annessione della Palestina

di Redazione #Bologna twitter@bolognanewsgaia #Palestina

 

Secondo i piani di Nethanyahu il primo luglio il governo israeliano potrebbe mettere in atto il piano di annessione di terre palestinesi, piano perverso benedetto da Donald Trump in piena e benedetta violazione di ogni norma del diritto internazionale, sulle quali – il benedetto figlioccio di Trump  – passa con allegria incosciente. La questione sta sollevando un vespaio, evidentemente insufficiente a frenare la follia del premier israeliano, con numerose prese di posizione contrarie, partendo dall’Onu per arrivare a mille parlamentari europei fino alla sentenza della stessa Alta Corte Suprema palestinese che ha definito illegittima l’annessione di colonie su terre di proprietà palestinese.

Sabato prossimo, 27 giugno, saranno moltissime le città ad ospitare manifestazoni che dicano no alle annessioni contro la popolazione palestinese. e ricordino che esiste un’occupazione illegittima che toglie territori ai Palestinesi per regalarla, illegittimamente, a nethanyahu, posizione malvista anche dalla stragrande maggioranza degli israeliani.

La manifestazione si terrà in piazza Nettuno, alle ore 17. promotori dell’iniziativa Donne in nero, Punto Pace Paxchristi, Palestinesi di Bologna, Rete Corpi Civili di Pace, Coordinamento Campagna BDS, Universitari Contro L’Apartheid Israeliana e Assopace Palestina.

 

(26 giugno 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: