Arrestato un uomo al centro dell’indagine “Milk and Coffee” in violazione del divieto di dimora nel Comune di Modena; in casa aveva Cocaina, Eroina e crack

Array

Altre Notizie

A Vignola “Dulan la sposa” di Melania G. Mazzucco, il 6 dicembre

di Redazione Spettacoli Scritto per Radio3 RAI nel 2001 da Melania G. Mazzucco e premiato al 53° Prix Italia come miglior radiodramma dell’anno, Dulan la sposa arriva sul palcoscenico del Teatro Ermanno Fabbri di Vignola martedì 6 dicembre alle ore 20.30 con la regia di Valerio Binasco, direttore artistico del Teatro Stabile di Torino dal 2018, […]

“Karnival” di Michela Lucenti | Balletto Civile, il 4 dicembre al Teatro Storchi di Modena

di Redazione Spettacoli Dopo il debutto a VIE Festival, Karnival della coreografa e danzatrice residente in ERT Michela Lucenti, prosegue la sua tournée e arriva al Teatro Storchi di Modena domenica 4 dicembre alle ore 16.00. Lo spettacolo è parte della rassegna di danza Carne – focus di drammaturgia fisica, curata dalla stessa Lucenti ed […]

Guida con falsa patente polacca, denunciato un 27enne

di Redazione Cronaca Guidava con una patente apparentemente emessa di recente dalle autorità della Polonia ma non aveva mai vissuto in quel Paese né, tantomeno, ne conosceva la lingua, come è emerso quando gli è stato domandato di leggere un testo in polacco. L’automobilista, un 27enne originario della Costa d’avorio e residente in città, non […]

Open Day al canile intercomunale di via Nonantolana

di Redazione Modena Domenica 4 dicembre il Canile intercomunale di Modena propone un open day per far conoscere la struttura e presentare gli ospiti a quattro zampe in cerca di una famiglia e di una casa. Dalle 10 alle 16, nella struttura di via Nonantolana 1219, i gestori della cooperativa sociale Caleidos e del gruppo Argo, […]

Condividi

0Shares





di Redazione #Modena

 

I carabinieri della Sezione Operativa della Compagnia di Modena, unitamente al personale del Nucleo Problematiche del Territorio della Polizia Locale del Comune di Modena, nella mattinata del 9 gennaio hanno tratto in arresto un 43enne nigeriano, già noto alle forze dell’ordine, in applicazione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Giudice per le indagini Preliminari del Tribunale, su richiesta della Procura della Repubblica di Modena. L’uomo , nella circostanza, è stato sorpreso ed arrestato in flagranza anche per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Lo straniero, già noto come una delle 32 persone destinatarie dall’ottobre 2020 del divieto di dimora nel comune di Modena (provvedimento emesso dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Modena nell’ambito dell’indagine Milk and Coffee dei Carabinieri), di fatto non aveva mai rinunciato alla sua fiorente attività illecita, spostandosi in altra zona della città.

I Carabinieri, che non hanno mai distolto l’attenzione dal fenomeno della diffusione delle droghe,  nel corso di ripetuti controlli del territorio hanno documentato reiterate violazioni al divieto di dimora commesse dal nigeriano, accertamenti che hanno portato fino all’emissione, a suo carico, della custodia cautelare in carcere.

Nell’abitazione sono stati trovati quasi duecento grammi di sostanza stupefacente di vario tipo – cocaina, eroina, crack – già pronte per essere spacciate. Inoltre, sono state rinvenute circa 22 mila euro in banconote e monete di vario taglio, un bilancino di precisione, 400 grammi circa di mannitolo – sostanza utilizzata nel taglio della cocaina – vario altro materiale utile al trasporto e al confezionamento delle dosi.

L’indagine Milk and Coffee, condotta dai Carabinieri della Compagnia di Modena tra il 2019 ed il 2020, coordinata dalla Procura della Repubblica di Modena, nell’ottobre 2020 aveva già permesso di disarticolare un fiorente e lucroso traffico di cocaina, eroina e hashish in alcuni quartieri dell’area nord della città di Modena, in particolare nelle zone del complesso residenziale denominato “Errenord”, viale Gramsci, parco XXII Aprile, via Canaletto Sud, via del Mercato e via Finzi, nonché a Reggio Emilia. Complessivamente l’indagine aveva consentito l’emissione della misura cautelare del divieto di dimora nel comune di Modena nei confronti di 32 cittadini nigeriani, di identificare circa 400 acquirenti e documentare oltre 18.000 episodi di spaccio.

 

(14 gennaio 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: