Fiorano Modenese, presentazione delle opere di ristrutturazione della scuola paritaria Coccapani

di Redazione, #FioranoModenese twitter@sassuolnewsgaia #Scuola

 

Mercoledì 27 novembre, alle ore 21, al Cinema Primavera di Fiorano Modenese, la Fondazione Luigi Coccapani invita le autorità, i genitori, la comunità parrocchiale, la cittadinanza, le imprese che a diverso titolo hanno offerto il loro contribuito, alla presentazione delle opere di ristrutturazione e di adeguamento sismico della Scuola dell’infanzia paritaria, attraverso la proiezione di video e filmati, con gli interventi del presidente della Fondazione Don Antonio Lumare, parroco di Fiorano e dell’ing. Matteo Gianaroli. Saranno presenti tutti i componenti del Consiglio di Amministrazione. Al termine è prevista la visita ai locali della scuola, in Via Guglielmo Marconi. La Parrocchia e la Fondazione vogliono così dimostrare come sono stati impiegati i contributi ricevuti ringraziando i Fioranesi e le ditte del territorio che hanno contribuito, ma anche per invitare tutti coloro che al Coccapani sono legati.

L’ente “Asilo infantile” con sede in Fiorano Modenese, eretto in Ente Morale nel 1924, era sorto nel 1913 per iniziativa della Contessa Maria Margherita Anguissola ved. Coccapani, a cui concorse anche il comune di Fiorano Modenese. Successivamente viene costituita la “Fondazione Coccapani” che comprende la Scuola dell’Infanzia e la Casa Residenza e Centro Diurno per anziani. La scuola segue un progetto educativo d’ispirazione cristiana. In aderenza alla sua identità cattolica intende promuovere lo sviluppo del bambino attraverso la cura attenta di tutte le esigenze materiali, psicologiche nonché spirituali nella convinzione che un’educazione all’apertura al Trascendente, darà un contributo essenziale all’educazione integrale del bambino.
Facendo parte integrante del sistema pubblico d’istruzione, la scuola ne rispetta e ne condivide le direttive ministeriali in ordine: all’accoglienza di tutti i bambini del territorio, le cui famiglie sottoscrivano il progetto educativo, senza distinzione di sesso, etnia e religione; all’attuazione delle indicazioni relative ai traguardi di sviluppo dei bambini; al rispetto delle leggi e normative vigenti.

 

 

(19 novembre 2019)

@gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 




 

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: