Aumenti in arrivo sul fronte scuola, il regalo di natale di Menani al suo bacino elettorale

di Redazione #Sassuolo twitter@sassuolnewsgaia #Politica

 

Le famiglie sassolesi si troveranno quest’anno, come regalo dell’Amministrazione menani, attenta ai bisogni delle famiglie, l’aumento  del 5% , per il prossimo anno scolastico, di  tutte le tariffe che riguardano i servizi scolastici. Aumentano: costo della mensa, costo del trasporto, del pre e post scuola, dei nidi.

Secondo il PD sassolese “Un aumento decisamente ingiustificato, in questo momento di così grande difficoltà per le famiglie” con l’opportunità di “ottenere uno sconto del 10% se si autorizza, in modo permanente, l’addebito su conto corrente bancario o postale. L’assessore ha giustificato questa scelta con la necessità di incentivare il pagamento dei servizi, perché ci sono tante famiglie che negli anni passati non le hanno pagate o hanno accumulato degli arretrati. Promettendo uno sconto a chi appoggerà le tariffe a un conto corrente, l’Amministrazione è convinta di costringere a una maggiore puntualità nei pagamenti, ed è sicura di disincentivare chi non paga, o paga con grave ritardo”, continua il comunicato stampa del PD.

Evidentemente l’amministrazione comunale che in maniera geniale e creativa amministra sassuolo non è a conoscenza che gli addebiti in conto corrente si possono interrompere con una semplice entrata in banca o addirittura si possono emettere insoluti, con aggravio delle spese per la buona amministrazione Menani, ma tant’è.

“Il fatto grave” continua il comunicato del PD “è che, mentre si promette lo sconto a chi paga via addebito automatico, si aumenta la tariffa del 5% a chi non farà, per le condizioni in cui si trova, questa scelta . Per l’Amministrazione questa scelta premierà le famiglie virtuose e garantirà al comune la certezza dei pagamenti.  Ma sarà punitiva nei confronti di tante altre famiglie” che è un po’ la politica delle famiglie agiate che cenano in piazza piccola mentre le altre passeggiano tra i mercatini di Piazza Grande, inclusivo Menani.

“Una famiglia in difficoltà”, continua il comunicato del PD, “che deve fare conti precisi per arrivare a fine mese, non appoggerà i pagamenti su un conto corrente; chi ha le entrate misurate, per diversi motivi, non vincola i suoi pagamenti con un bonifico prelevato in automatico. Sappiamo che queste situazioni stanno diventando sempre più numerose. E non tutte sono in carico ai servizi sociali, e quelle che non godono (perché non possono) godere di particolari agevolazioni si vedranno  aumentare tutte le rette. Mentre avranno lo sconto quelle famiglie che non hanno problemi, che possono contare su entrate certe. Per queste famiglie lo sconto sarà un bel regalo (e voteranno entusiasticamente Menani alla prossima tornata, perché se si conosce il proprio elettorato si prendono le misure giuste, ndr)”.

“Ad essere penalizzate” chiosa il comunicato stampa “altre famiglie che faticano ad arrivare alla fine del mese. Crediamo che ci siano altri modi per incentivare la puntualità nei pagamenti, non certo con l’aumento delle rette e con gli sconti da supermercato per famiglie agiate. Questa è l’idea di sussidiarietà che ha la giunta a  trazione leghista di Sassuolo”.

 

(5 dicembre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: