Carcere di Sant’Anna: sei morti e quattro reclusi in prognosi riservata dopo la rivolta dell’8 marzo

di Redazione #Modena twitter@modenanewsgaia #Cronaca

 

La rivolta dei carcerati del pomeriggio dell’8 marzo lascia uno strascico pesantissimo di 6 morti e di 4 detenuti in prognosi riservata, secondo quanto si apprende da fonti della Questura modenese. Tre sono morti nel carcere di Modena ed altri tre nelle carceri dove erano stati trasferiti: a Parma, Alessandria e Verona. Lo scrive Repubblica citando le fonti di cui sopra.

Le proteste erano divampate, a Modena come in altre carceri italiane, dopo le modifiche introdotte dal governo alle modalità di colloquio nelle carceri tra detenuti e familiari a causa dell’infezione da coronavirus. Si era appreso in un primo tempo della morte di un detenuto, poi la cifra era salita a tre e quindi quella di oggi, che conferma le sei morti e i quattro ricoverati in prognosi riservata.

 

(9 marzo 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: