Distrussero le lapidi commemorative della morte di due partigiani: denunciati due giovanissimi che hanno agito “per noia”

di Redazione #Carpi twitter@modenanewsgaia #Cronaca

 

I fatti in una sera dello scorso mese di settembre a San Prospero, ove alcuni vandali danneggiarono, colpendoli a bastonate, i cippi commemorativi della morte dei giovani partigiani Odino Artioli e Dino Bruni.

Dopo oltre un mese di indagini i Carabinieri di Carpi e quelli San Prospero hanno assicurato alla Giustizia i responsabili dell’atto; si tratta di due minorenni (uno di San Prospero e l’altro di Bomporto) i quali, dopo aver individuato quel piccolo spazio all’interno del quale erano state posizionate le “pietre della memoria”,  hanno deciso di distruggerle ripresentandosi all’imbrunire, armati di un grosso bastone di ferro.

 

 

Naturalmente la bravata è stata fatta “per noia”, hanno detto i due giovanissimi incastrati anche da alcuni filmati che i militari, dopo averli individuati attraverso un incessante attività info-investigativa, hanno rivenuto nei loro telefonini e la noia li ha portati a prendersela con la memoria di chi, grazie al loro sacrificio, ha permesso loro di avere il lusso di fare le cose “per noia”.

 

(2 dicembre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: