Il 2 agosto l’estrema destra (che la leghista Ceccardi vuole in lista Toscana) manifesta per negare le responsabilità fasciste nella strage alla Stazione di Bologna

Altre Notizie

Meloni è stanca delle “critiche alla manovra”, insomma con le critiche non ce la fanno

di Giovanna Di Rosa La presidente del Consiglio è “stanca delle critiche” alla manovra e trascina Palazzo Chigi sulla pericolosa soglia del come si permettono che è sempre un pessimo segno. Se ci sono critiche ci sono criticità evidentemente, dunque piuttosto che insofferenza sarebbe bene manifestare umiltà, perché chi la bicicletta se l’è cercata poi la bicicletta […]

Immacolata chiusura al traffico di via Emilia Centro

di Redazione Modena In occasione della festa dell’Immacolata, così come per il prossimo weekend, verrà chiusa al transito veicolare via Emilia centro, da corso Canalgrande a via Rismondo, per garantire una maggiore sicurezza e la possibilità di passeggiare anche in strada. In particolare, il provvedimento sarà attuato dalle ore 15 di mercoledì 7 alle ore 5 di venerdì 9 […]

Modena. Deroga alla ZTL per carico-scarico nel periodo natalizio

di Redazione Modena Per rispondere alle maggiori esigenze di approvvigionamento e consegna merci nel periodo natalizio degli esercizi commerciali situati in centro storico, da giovedì 8 dicembre fino a domenica 8 gennaio è stata ampliata la fascia oraria di accesso alla zona a traffico limitato per alcune categorie di veicoli. La deroga alle fasce orarie di circolazione previste durante […]

Condividi

0Shares



di Giovanna Di Rosa #Bologna twitter@bolognanewsgaia #Maicoifascisti

 

La svergognata estrema destra che Matteo Salvini con la sua candidata Ceccardi che vuole Casapound in lista in Toscana, e la sua alleata-rivale Meloni, la Le Pen della Garbatella, si sforzano di sdoganare a loro beneficio e a (quasi) qualsiasi costo, hanno deciso che il 2 agosto alle 18 daranno vita ad una manifestazione che neghi la pista eversiva fascista nella strage del 2 agosto del 1980. Svergognati indifendibili.

L’hanno chiamata “contromanifestazione” per suggerire che ad orchestrare la strage siano stati i soliti non meglio identificati “comunisti”, comunisti che in quell’accezione non ci sono mai stati in questo paese nemmeno quando il PCI superò il 33% alle politiche, una teoria dell’estrema-destra che non è suffragata da nessuna prova concreta, ovviamente, ma è solo una provocazione.

Lo rende noto il deputato PD Andrea De Maria che scrive sui social: “Leggo oggi di una sorta di contromanifestazione revisionista prevista per il pomeriggio del due (agosto), che risulta promossa con il sostegno di alcune forze politiche”, a margine della condivisione di un pezzo del quotidiano Il Resto del Carlino.

Anche con le giuste misure di sicurezza, dovute al Coronavirus, saremo in tanti la mattina del 2 agosto a Bologna, a…

Pubblicato da Andrea De Maria su Martedì 28 luglio 2020

Appuntamento con il “Fronte Revisionista” alle 18 in piazza Carducci, domenica 2 agosto, organizzato dal comitato “L’ora della verità sul 2 agosto 1980” e dell’associazione “La verità su Ignoto 86”. Durante la manifestazione verranno lette 10 domande che il gruppo parlamentare, composto guarda un po’ da Fratelli d’Italia e Lega, ha depositato in Senato “ma senza ottenere ancora risposte”. Un po’ come coloro che indagano sui 49 milioni della Lega e sui suoi rapporti veri o presunti con la Russia di Putin.

 

(29 luglio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: