Il Sindaco leghista di Sassuolo chiede a un “amico” di “raccogliere firme” per la sistemazione di due dossi

Altre Notizie

Condividi

di Daniele Santi

Se non fosse una follia istituzionale sarebbe anche di una comicità devastante, ma questo è il Sindaco Menani: un insieme di salvinismo caricaturale unito alla protervia dell’incultura propria della classe sociale dalla quale proviene e alla convinzione, propria della località che lo ha eletto primo cittadino nella completa paralisi della ragione, che tutto ciò che fa sia ben fatto.

L’ultima boutade, legittimata addirittura da un comunicato stampa che è tutto un virgolettato, perché all’uomo piace citarsi, parla di avere richiesto a tale Sig. Macchioni “che è un amico” una raccolta di firme nel quartiere dove vive e dove “è molto conosciuto” di firmare per la legittimazione di un intervento, due dossi, su una delle vie cittadine: siamo all’organizzazione della petizione pro-Sindaco da parte del Sindaco rivolgendosi ad un “amico”. Menani chi pensa di essere, il Re Sole?

Recita il comunicato:

L’istallazione di due nuovi dossi lungo via Pista era un impegno che ci eravamo presi già diversi mesi fa nell’ultimo incontro di quartiere avvenuto in zona: ora i tempi sono maturi, anche dal punto di vista economico, e manterremo l’impegno preso. È un intervento che è possibile fare perché avviene su una strada che non è percorsa dal trasporto pubblico o da mezzi di soccorso, tanto che prima erano stati istallati due dossi dopo gli incroci pericolosi: una cosa inutile paragonabile a voler costruire una casa partendo dal tetto. Ho chiesto all’amico Francesco Macchioni, che nel quartiere conosce tutti, di raccogliere le firme in modo di avere la certezza che tutti quanti siano a favore dell’istallazione di dossi che, la notte e soprattutto nel periodo estivo quando si è propensi a lasciare aperte le finestre, possono risultare fastidiosi a causa del rumore. Ringrazio quindi tutti coloro che hanno firmato, dimostrando che la sicurezza vale molto di più che un possibile disagio passeggero, e presto procederemo con l’intervento”.

Che un Sindaco, per quanto leghista, commissioni a un “amico che nel quartiere conosce tutti” comunicandolo poi via comunicato stampa del Comune una “raccolta di firme” per avere la “certezza che tutti quanti siano a favore” è una pratica che lascia basiti e pone seri quesiti sulla peculiare maniera di operare del Sindaco leghista basata sulla raccolta di firme degli amici (e fa nascere numerose perplessità sulla capacità dell’opposizione di essere tale).

 

 

(13 giugno 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: