22.4 C
Sassuolo
25.3 C
Roma
Pubblicità
Pubblicità

CRONACA

Pubblicità

FIORANO MODENESE

EMILIA-ROMAGNA

HomeComune di SassuoloIl Sindaco Menani scrive (un'altra volta) alla Rai. Stavolta alla presidente Soldi

Il Sindaco Menani scrive (un’altra volta) alla Rai. Stavolta alla presidente Soldi

Pubblicità
Iscrivetevi al nostro Canale Telegram

di Daniele Santi

La Rai a guida leghista non dà soddisfazione al suo augusto esponente sassolese, nonché Sindaco, il quale è nuovamente costretto a scrivere lamentando che “nonostante le rassicurazioni e le promesse di riportare tutto alla normalità entro la fine del mese di giugno, ancora oggi in diverse zone di Sassuolo non è possibile seguire i canali del servizio pubblico”.

Il Sindaco Gian Francesco Menani scrive così alla Presidente Rai Marinella Soldi, per denunciare la situazione che si protrae ormai da quasi quattro mesi, con i canali Rai che dopo il passaggio al sistema Dvb-T2 ancora non sono raggiungibili in una parte della città e creano seri problemi alla popolazione. Stupisce che a sì autorevole Sindaco non venga dato l’ascolto che merita e che la Rai a guida leghista dopo una lettera, pubblicata anche da Sassuolonotizie.it, ignori una simili perentoria presa di posizione.

Il Sindaco del resto è abituato alle promesse disattese, vedi visita di Giorgetti durante la quale il numero due leghista non ha detto nulla, scambiando Menani il silenzio per contenuto, ma non demorde. Con fiera determinazione tutta contadina eccolo di nuovo alla carica lontano dal pensiero che se non gli hanno dato ascolto quattro mesi fa, è difficile lo facciano oggi. Faccia intervenire Salvini, col quale era in così buoni rapporti, anche se pare che il segretario federale leghista sia impelagato in beghe più impegnative e viene il sospetto che dei problemi di ricezione dei canali Rai a Sassuolo gli possa interessare ben poco.

La lettera di Menani ha addirittura un testo di sconcertante piaggeria e scorrettezza istituzionale finale insieme (un capolavoro la parte in cui Menani defnisce l’informazione Rai “notizie vere, controllate ed attendibili”), in un mix che solo Menani può riuscire a creare.

Gentile Presidente
Le scrivo queste poche righe per informarLa che ancora oggi, 4 luglio, persistono i problemi di ricezione del segnale Rai in buona parte del territorio senza che nessun miglioramento della situazione sia mai stato percepito da chi, dal mese di Marzo, non riesce a seguire i canali del Servizio Pubblico pur pagando regolarmente il canone. A mio avviso si tratta di una situazione inconcepibile ed assolutamente grave, tanto quanto l’incongruenza tra le Sue dichiarazioni e lo stato di fatto. Nonostante apparecchi di ultima generazione o l’acquisto di decoder in grado di decriptare il segnale Dvb-T2, infatti, molte famiglie hanno serie difficoltà nel vedere tutti i canali Rai. Il disagio lamentato dalla cittadinanza di Sassuolo è relativo alla qualità, sia audio che video, che senza alcun preavviso viene a mancare in determinati momenti della giornata. Effettuata nuovamente la risintonizzazione, poi, i canali addirittura spariscono dall’elenco.
Ad un nuovo tentativo di risintonizzazione, magari dopo qualche ora d’attesa, i canali Rai ricompaiono per poi tornare a dare problemi nelle ore o nei giorni seguenti. Una situazione a Lei ben nota se è vero, come è vero, che in commissione di Vigilanza in risposta ad un’apposita interrogazione, fu affermato che il problema sarebbe stato risolto entro la fine del mese di Giugno. Una dichiarazione evidentemente falsa, una promessa evidentemente disattesa. In un momento di crisi economica e sociale come quello che stiamo attraversando in cui c’è assoluta necessità di notizie vere, controllate ed attendibili, che la tv pubblica ha il dovere di fornire a tutta, nessuno escluso, la popolazione. La tv pubblica ha il dovere, lo sottolineo nuovamente, non il diritto, di informare tutta la cittadinanza, nessuno escluso, così come ha il dovere di fornire il servizio per cui i cittadini pagano il canone.
Le chiedo, quindi, di provvedere urgentemente ponendo rimedio a questo disagio causato a cittadini che, dopo essersi sobbarcati l’onere di nuovi apparecchi televisivi, in regola con il pagamento del canone, non possono e non devono essere sottoposti a nuove spese o alla mancanza di un servizio già pagato.
Oltre quattro mesi di mancata erogazione di un servizio rappresentano un danno notevole per i cittadini di Sassuolo: qualora non fosse in grado di porre rimedio in tempi rapidi a questa situazione la invito a lasciare spazio a persone più capaci, rassegnando le dimissioni”.

 

Eccolo il colpaccio finale di Menani che suggerisce agli altri ciò che dovrebbe fare lui per, a sua volta, rimediare alla sua incapacità di gestire persino le lettere ai Presidenti di Enti Statali.

 

P.S. Punti e virgole non sono stati ritoccati, appaiono come da originale invio nel comunicato stampa.

 

 

(7 luglio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 



Comune di Sassuolo
nubi sparse
22.4 ° C
25 °
20.6 °
58 %
2.1kmh
78 %
Lun
22 °
Mar
22 °
Mer
23 °
Gio
24 °
Ven
22 °

LEGGI ANCHE