Il Sindaco Tosi ricorda l’amico Don Carlo

Altre Notizie

Meloni è stanca delle “critiche alla manovra”, insomma con le critiche non ce la fanno

di Giovanna Di Rosa La presidente del Consiglio è “stanca delle critiche” alla manovra e trascina Palazzo Chigi sulla pericolosa soglia del come si permettono che è sempre un pessimo segno. Se ci sono critiche ci sono criticità evidentemente, dunque piuttosto che insofferenza sarebbe bene manifestare umiltà, perché chi la bicicletta se l’è cercata poi la bicicletta […]

Immacolata chiusura al traffico di via Emilia Centro

di Redazione Modena In occasione della festa dell’Immacolata, così come per il prossimo weekend, verrà chiusa al transito veicolare via Emilia centro, da corso Canalgrande a via Rismondo, per garantire una maggiore sicurezza e la possibilità di passeggiare anche in strada. In particolare, il provvedimento sarà attuato dalle ore 15 di mercoledì 7 alle ore 5 di venerdì 9 […]

Modena. Deroga alla ZTL per carico-scarico nel periodo natalizio

di Redazione Modena Per rispondere alle maggiori esigenze di approvvigionamento e consegna merci nel periodo natalizio degli esercizi commerciali situati in centro storico, da giovedì 8 dicembre fino a domenica 8 gennaio è stata ampliata la fascia oraria di accesso alla zona a traffico limitato per alcune categorie di veicoli. La deroga alle fasce orarie di circolazione previste durante […]

Condividi

di Redazione #FioranoModenese twitter@sassuolnewsgaia #Cronaca

 

“Come docente del Liceo di Sassuolo e come sacerdote, don Carlo Lamecchi è conosciuto anche da molti cittadini fioranesi. Personalmente, oltre che averlo avuto come collega per anni al liceo, ero legato a lui anche da un rapporto di amicizia.”

Così il sindaco di Fiorano Modenese, Francesco Tosi, attraverso un comunicato stampa giunto in redazione, ricorda il sacerdote sassolese, scomparso all’età di 78 anni, al termine di una lunga malattia.

“Era una persona in cui la cultura aveva saputo espandere gli orizzonti di riflessione, aveva affinato  la testimonianza di fede e reso più coinvolgenti le relazioni con le persone, soprattutto i giovani. Profondo conoscitore dell’animo umano, anche per gli studi effettuati, ha sempre mantenuto fermo il riferimento alla fede nella ricerca “inquieta”  della verità e del mistero della vita e della morte. La sua profonda umanità gli ha consentito di avvicinare molti e di comprenderne i turbamenti e i bisogni. Pensando a lui, mi viene a mente la citazione di Sant’Agostino, che so a lui cara: “Ci hai fatti per Te, Signore, e il nostro animo è inquieto finché non riposerà in Te”.

 

(4 gennaio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: