In relazione alla contraffazione di mattonelle che vede indagate tre persone, registriamo “l’indignazione” del Sindaco di Fiorano Modenese

di Redazione #FioranoModenese twitter@sassuolnewsgaia #Cronaca

 

In merito alla vicenda della contraffazione sulla ceramica made in Italy per cui sono indagate tre persone del territorio, il sindaco di Fiorano Modenese, Francesco Tosi, ha voluto esprimere il suo commento.

“Ho appreso con forte indignazione dalla stampa locale la notizia relativa a “tre ceramicai indagati”per falso made in Italy. Piastrelle importate da Taiwan recanti il marchio “Ceramics of Italy”. Non ci sono parole per indicare la gravità di un simile atto e, al tempo stesso, la meschinità di persone che vivono sul territorio e sono pronte a danneggiarlo con modalità così subdole e così vili. Per conseguire facili guadagni generati dalla illegalità, ci si fa beffa di tutto il lavoro compiuto sul nostro territorio con serietà, ingegno, ricerca, coraggio e decenni di investimento , lavoro che ha generato un distretto dalle caratteristiche uniche e studiato nel mondo. I responsabili di un gesto simile devono vergognarsi ed allontanarsi dal mondo economico locale; questi non sono imprenditori, bensì ladri privi di coscienza”.

 

(14 agosto 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 



Share and Enjoy !

0Shares
0 0

2 commenti

  1. Alessandro Galano

    Potreste e dovreste fare i nomi, per tutelare le persone (potenziali acquirenti) e per tutelare chi (aziende ceramiche) lavora in tutta onestà. Questa notizia così pubblicata vuol dire molto poco. Abbiate il coraggio di fare i nomi. Non e’ violazione della Privacy, ma tutela delle Aziende serie e dei cittadini e potenziali acquirenti.

    • Sassuolonotizie.it

      Per scelta editoriale pubblichiamo i nomi solo in caso di condanne definitive. In più in questo caso specifico, trattandosi di un comunicato stampa e della dichiarazione di un’autorità, sarebbe stato fuori luogo pubblicarli anche se li avessimo saputi. E non li conosciamo. Grazie per la Sua attenzione

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: