Le dimissioni di Clemente Mastella “per fare pulizia” (allora si giubili)

Altre Notizie

Supporto alla genitorialità, a Bologna attivo un nuovo sportello di consulenza educativa anche per adolescenza e preadoloscenza

di Redazione Bologna È attivo da alcune settimane il nuovo sportello di consulenza educativa rivolto a genitori e adulti di riferimento di adolescenti e preadolescenti promosso da Asp Città di Bologna in collaborazione con il Comune. L’iniziativa, realizzata con il contributo per lo sviluppo e la qualificazione dei Centri per le famiglie e per le […]

Rapina in un supermercato a Bologna

di Redazione Bologna Nel pomeriggio dello scorso 5 dicembre 2022, l’equipaggio di Volante del Commissariato di San Giovanni in Persiceto ha eseguito l’arresto nei confronti di una donna straniera di circa 40 anni per una rapina avvenuta all’interno del supermercato IN’S sito alle porte di San Giovanni in Persiceto. La donna era stata sorpresa dal […]

Meloni è stanca delle “critiche alla manovra”, insomma con le critiche non ce la fanno

di Giovanna Di Rosa La presidente del Consiglio è “stanca delle critiche” alla manovra e trascina Palazzo Chigi sulla pericolosa soglia del come si permettono che è sempre un pessimo segno. Se ci sono critiche ci sono criticità evidentemente, dunque piuttosto che insofferenza sarebbe bene manifestare umiltà, perché chi la bicicletta se l’è cercata poi la bicicletta […]

Condividi

foto: ANSA/CLAUDIO PERI

di G.G. #Benevento twitter@gaiaitaliacom #NotizieSud

 

Clemente Mastella, 82enne arzillo sindaco di Benevento sull’orlo di una crisi di nervi, ha deciso di dimettersi per far saltare la giunta, andare a nuove elezioni e fare una sua lista. Mastella, già ministro della Giustizia, sodale di Massimo D’Alema nel famoso governo di centrosinistra che aveva al suo interno i partiti di destra di Mastella e Cossiga, è in politica da troppo tempo, ma sta ancora lì a dettare legge e, lo scrive Il Riformista, e ha rassegnato le dimissione domenica 2 febbraio. Le motivazioni?

C’è troppo arraffa arraffa, guarda un po’ se ne accorgono solo quando gli fa comodo, e bisogna fare piazza pulita. O, chi meglio della parole di Mastella potrebbe spiegarlo?

Un arraffa arraffa continuo. Chi chiede, chi avanza, chi tradisce, chi perisce. Ma sai che dico? Mi dimetto da sindaco. E mo’ basta! Faccio piazza pulita” queste le sue parole aggiungendo che una scelta simile è solo per anticipare  “il voto, lo collego a quello regionale. E mi faccio una lista coesa, specchiata, forte“.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: