“Monologhi della vagina” contro la violenza sulle donne #Inscena il 20 febbraio al Teatro Astoria

di Redazione #FioranoModenese twitter@sassuolnewsgaia #Cultura

 

Arriva al teatro Astoria di Fiorano Modenese il noto spettacolo “I monologhi della vagina” di Eve Ensler, proposto dal Gruppo informale teatrale di Provincia, animato da Barbara Buono, attrice e responsabile del V-Day provinciale.

Giovedì 20 febbraio, alle ore 21, saliranno sul palco donne e ragazze di Fiorano Modenese e dintorni (e anche alcuni uomini), per fare riflettere, emozionare, commuovere e ridere i presenti, con i testi della Ensler e per sensibilizzare contro la violenza sulle donne.

Il gruppo di attrici e attori volontari, non professionisti, si è costituito a novembre dello scorso anno ed ha provato regolarmente ogni settimana circa, con l’aiuto di registi, nei locali messi a disposizione dal Comune di Fiorano Modenese. L’iniziativa è promossa dell’amministrazione comunale, in collaborazione con le associazioni INarte e Circolo Nuraghe, Attozero (teatro, musica, danza) e la scuola di danza Balancè. Rientra nel programma degli appuntamenti previsti a livello distrettuale in occasione della Festa della donna. L’ingresso è ad offerta libera e tutto il ricavato sarà dato in beneficenza.

L’opera ‘I monologhi della vagina’, che ha debuttato sulla scena off-Broadway nel 1996, è stata ideata dall’autrice dopo aver intervistato duecento donne per sapere cosa pensavano delle relazioni, del sesso e della violenza contro le donne. E’ costituita da un numero variabile di monologhi letti sul palco da diverse voci femminili, ma anche maschili; ogni anno viene  aggiunto un nuovo monologo per sensibilizzare sui problemi che le donne affrontano in tutto il mondo. Dai Monologhi nacque il movimento V-Day, attivo a in tutto il mondo e anche nella nostra provincia, con l’obiettivo di porre fine alla violenza contro donne, ragazze e bambine. Attraverso le campagne del V -Day, volontarie e volontari locali mettono in scena lo spettacolo per aumentare la consapevolezza delle persone e raccogliere fondi da devolvere alle associazioni che si occupano di donne maltrattate, che già operano sul territorio.

 

(16 febbraio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: