Salvini “Bifronte” chiama al salvataggio dell’Italia a Roma, ma cerca di far bloccare le misure dell’UE a Bruxelles

Altre Notizie

“Peng”, al Teatro delle Passioni dal 9 al 12 febbraio 2023

di Redazione Spettacoli Dal 9 al 12 febbraio (giovedì e venerdì ore 20.30, sabato 19.00 e domenica 16.00) prosegue con Peng il percorso Le Passioni allo Storchi, cinque allestimenti che disegnano un filo rosso dedicato al Teatro delle Passioni. Lo spettacolo è allestito direttamente sul palcoscenico su una gradinata con 50 posti, in stretta prossimità […]

Il Parco nazionale dell’Appennino tosco-emiliano è il primo in Europa con doppia certificazione FSC e PEFC per la gestione forestale sostenibile e i servizi...

di Redazione Bologna In Italia i boschi arrivano a coprire il 37% del territorio: un grande valore che deve però essere gestito in maniera opportuna[1]. È infatti necessario tutelare il patrimonio forestale e arboreo italiano a 360 gradi, tenendo conto dei suoi “servizi ecosistemici”, ovvero i benefici multipli forniti dagli ecosistemi al pianeta e al genere […]

Abusivismo commerciale, la Polizia Locale ha sequestrato 230 pezzi di articoli in pelle contraffatti

di Redazione Bologna Nel corso dei sevizi di contrasto all’abusivismo commerciale, sabato 4 febbraio, agenti del reparto Commerciale della Polizia Locale hanno sequestrato circa 230 pezzi di merce contraffatta in tre interventi: uno in via Montebello e due in via Indipendenza dove, dopo il primo sequestro, alcuni venditori avevano deciso di riposizionarsi. In particolare, un venditore […]

Venerdì 10 è il Giorno del Ricordo

di Redazione Modena Venerdì 10 febbraio si celebra il Giorno del Ricordo dedicato alle vittime delle foibe e dell’esodo giuliano dalmata. Modena ha in programma una cerimonia commemorativa al monumento in pietra carsica in piazzale Natale Bruni, dedicato proprio ai Martiri delle foibe, mentre il “Comitato comunale per la storia e le memorie del Novecento”, […]

Giardini Ducali, rimessa a nuovo dei sentieri ghiaiati

di Redazione Modena Cantiere in corso ai Giardini Ducali di Modena per rimettere a nuovo i sentieri ghiaiati, riqualificando la viabilità agli ingressi e l’area intorno ai giochi. L’intervento, che rientra nell’ambito della manutenzione ordinaria del parco, è coordinato dal servizio di Manutenzione urbana del Comune e durerà circa due settimane. La riqualificazione riguarda in particolare […]

Condividi

di Daniele Santi #Maiconsalvini twitter@gaiaitaliacom #Maiconlalega

 

Mentre Matteo Salvini dall’alto della sua perenne campagna elettorale, non importa cosa stia succedendo nel paese, si esprime da gradasso “L’Europa si prende altri quindici giorni di tempo per decidere che fare, se, chi e come aiutare. In piena emergenza, con la gente che muore, ora di polmonite, domani magari di povertà (…) questo è un covo di serpi e sciacalli”, e ci lascia nel dubbio se parla del suo partito o dell’Unione Europea.

Ci sono parecchie cose che Salvini non dice, perché non gli conviene dirle, politicamente parlando.

Ad esempio, se dicesse che è proprio la Lega a bloccare le decisioni dell’UE con emendamenti non concordati, non emendamenti da nulla, ma “emendamenti alla proposta di finanziamenti europei nella lotta contro il Coronavirus che, se approvati, ritarderebbero almeno di alcune settimane l’erogazione dei fondi”. La denuncia parte dalla deputata 5 stelle Rosa D’Amato “emendamenti che rischiano di essere un boomerang anti-italiano” e per questo il Movimento ha chiesto alla Lega di ritirarli.

Salvini mentre fieramente dice “Prima sconfiggiamo il virus, poi ripensiamo all’Europa. E, se serve, salutiamo. Senza neanche ringraziare”, perché è convinto di poter sopravvivere senza i soldi dell’UE e l’ombrello della BCE, dimentica di dire che  i suoi pasdaran a Bruxelles stanno facendo azioni che potrebbero portare a modifiche alle misure, che poi andrebbero concordate nuovamente con il Consiglio ritardando così l’entrata in vigore della procedura.

La Lega ha utilizzato la solita retorica anti-italiana, non anti-europea perché nei fatti la Lega è profondamente anti-italiana, accusando l’Europa di avere costretto, in poche parole, l’Italia ai tagli sulla Sanità. Si dimenticano i leghisti che i tagli alla sanità italiana iniziarono con il primo Governo Berlusconi, nel quale la Lega aveva i ministeri dell’Interno e della Giustizia e teneva l’allora Cavaliere per le palle, e votò tutte quelle misure di tagli.

Le accuse però, per quanto campate in aria, dovrebbero essere sufficienti, nel delirio politico della Lega, a mettere in pericolo le strategie anti-coronavirus; del resto con la propaganda fasulla la Lega di Salvini c’ha costruito una fortuna in termini di voti. Che spera di continuare a costruire. Magari con nuove accuse (come sempre, campate in aria).

Perché se c’è un campo nel quale l’Unione Europea ha poco margine di manovra è proprio quello della Sanità, che ricade interamente sui singoli Stati membri.

 

(28 marzo 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0

0
0

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: