11.1 C
Sassuolo
15.4 C
Roma
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Sassuolo. “La nostra aula non ha più pareti”, non vuole dire nulla ma fa titolo

Insomma tanta obsoleta prosopopea per una normale programmazione teatrale per l'infanzia che non è certamente una rivoluzione copernicana [....]
HomeCopertinaSalvini: "Festeggerò la Liberazione del nostro Paese". Non hanno il minimo pudore

Salvini: “Festeggerò la Liberazione del nostro Paese”. Non hanno il minimo pudore

di Giancarlo Grassi

Lontani i tempi in cui la Lega con il tricolore ci si nettava le terga, sempre a fini elettorali, essendo Fratelli e Sorelle d’Italia impegnati nel non riconoscere il nazifascismo, e il fascismo italiano, il buco nero che portò alle II Guerra Mondiale e alla Liberazione poi, Salvini vede aprirsi un orticello di voti (le ampie praterie le lasciamo a Calenda) e subito si butta nella coltivazione, a suon di fertilizzanti.

Se La Russa dice quel che dice ecco Salvini prontissimo a cogliere la palla al balzo e ben lontano – e non per sincerità – dai tempi in cui dichiarava a Radio 24 “Il tricolore non mi rappresenta, non la sento come la mia bandiera. Il tricolore è solo la nazionale di calcio, per cui io non tifo”, oggi decide di festeggiare la Liberazione d’Italia, in piena coerenza con le dichiarazioni di Zaia e nella nuova veste di politico che vampirizza i suoi alleati – anche se va detto che Giorgia Meloni non è Di Maio. Dunque il 25 aprile, tirato per la giacchetta da tutte e da tutti, ha un nuovo sostenitore. Vedremo quanto dura. Nel frattempo Elly Schlein ha occasioni su occasioni per menare fendenti al governo. C’è da sperare per lei che non ne perda nemmeno una.

A noi, cittadini e cronisti, non resta che assistere all’ennesima virata propagandistica di una politica spudorata che invece di governare pensa come togliere voti agli alleati in una perenne e suicida campagna elettorale.

 

(22 aprile 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 

 



FIORANO MODENESE