Sardine anche a Pavullo, guarda un po’…

Altre Notizie

Meloni è stanca delle “critiche alla manovra”, insomma con le critiche non ce la fanno

di Giovanna Di Rosa La presidente del Consiglio è “stanca delle critiche” alla manovra e trascina Palazzo Chigi sulla pericolosa soglia del come si permettono che è sempre un pessimo segno. Se ci sono critiche ci sono criticità evidentemente, dunque piuttosto che insofferenza sarebbe bene manifestare umiltà, perché chi la bicicletta se l’è cercata poi la bicicletta […]

Immacolata chiusura al traffico di via Emilia Centro

di Redazione Modena In occasione della festa dell’Immacolata, così come per il prossimo weekend, verrà chiusa al transito veicolare via Emilia centro, da corso Canalgrande a via Rismondo, per garantire una maggiore sicurezza e la possibilità di passeggiare anche in strada. In particolare, il provvedimento sarà attuato dalle ore 15 di mercoledì 7 alle ore 5 di venerdì 9 […]

Modena. Deroga alla ZTL per carico-scarico nel periodo natalizio

di Redazione Modena Per rispondere alle maggiori esigenze di approvvigionamento e consegna merci nel periodo natalizio degli esercizi commerciali situati in centro storico, da giovedì 8 dicembre fino a domenica 8 gennaio è stata ampliata la fascia oraria di accesso alla zona a traffico limitato per alcune categorie di veicoli. La deroga alle fasce orarie di circolazione previste durante […]

Condividi

di G.G. #6000Sardine twitter@gaiaitaliacom #maiconsalvini

 

Insomma Sardine a Pavullo, sarà per l’altura e per la distanza dal mare, se n’erano viste poche, ma si sono radunate anche lì. Duecento, dicono i quotidiani bene informati, mica come il nostro, che si sono radunate subito dopo il Salvini Day, per ricordare che al mondo esistono anche la pace, l’armonia, che si può vivere senza odio pur nella differenza di ragioni e torti e idee politiche.
Insomma un po’ di civiltà del convivere pacifico dopo gli assatanati della colpevolezza altrui pro democrazie illiberali

Duecento persone, s’è detto, più il solito codazzo di commenti sulle idee politiche delle Sardine – chissà per chi voteranno – come se chi straparla di democrazie, di no all’odio, di no all’intolleranza, di no alle democrazie illiberali, di no a Salvinie  a quella Lega lì, ritenesse di poterne straparlare meglio se le Sardine si dichiarassero di sinistra, perché se si è di sinistra si è più di pace che se non lo si è.

Se facessimo anche basta con questa storia, che ne dite? La destra becera che semina terrore, odio e bugie per sete di potere non è, in fondo, meno in errore di chi ritiene che le cose andranno meglio, anzi molto meglio, semplicemente perché la sinistra è al governo, così per magia, senza impegno, coraggio, coerenza, saper fare politica, riformismo vero, reale interesse verso una società più civile, pacifica, moderna, senza innovazioni, senza decenza. Questo paese deve cambiare teste, teste pensanti e teste governanti. Questo paese non può rimanere il paese dei vecchi di sparlano di giovani e tolgono loro possibilità e futuro, non può più essere il paese di impreparati che sbarrano la strada a chi ha studiato ed ha capacità per fare meglio, questo paese deve uscire da questo paese e diventare ciò che l’Italia è davvero. Un grande paese: devastato da Berlusconi, i suoi compari e da coloro che stupidamente gli hanno creduto. Dal 1994 in poi.

 

(10 dicembre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: