Sassuolo, ordinanza di proroga delle restrizioni fino al 13 aprile

di Redazione, #Sassuolo twitter@sassuolnewsgaia #Coronavirus

 

Prorogate fino al 13 aprile compreso le misure già in vigore sino ad oggi per il territorio di Sassuolo, che come noto sono ulteriormente restrittive rispetto al Dpcm in vigore su tutto il territorio nazionale.

L’ordinanza n°55 del 3/04/2020 avente ad oggetto “Ulteriori e specifiche prescrizioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza Covid – 19” stabilisce:

1. Le seguenti ulteriori e specifiche prescrizioni in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-2019 nel territorio del Comune di Sassuolo, valide fino al 13 Aprile 2020, fermo restando il Divieto di assembramento e l’obbligo di distanza interpersonale (almeno 1 metro):

a) chiusura al pubblico di parchi e giardini pubblici: è fatto divieto di accedere transitare e stazionare all’interno dei parchi e dei giardini pubblici dalle ore 00,00 alle ore 24.00 di tutti i giorni;
b) chiusura al pubblico dei cimiteri comunali; previo intese con il Servizio di Polizia mortuaria sono garantiti i servizi di trasporto, inumazione, tumulazione, ed è consentito l’estremo saluto da parte dei familiari, in forma strettamente privata;
c) divieto di utilizzo delle panchine, ovunque collocate sul territorio comunale, nell’ arco dell’intera giornata;
d) divieto di utilizzo delle piste ciclabili ubicate all’interno del Parco fluviale Secchia o ad esso adducenti, nell’ arco dell’intera giornata;
e) divieto di utilizzo delle piste ciclabili, durante l’intero arco della giornata salvo che lo spostamento sia motivato da situazioni di necessità o di salute;
f) sospensione delle attività ludiche, ricreative e sportive svolte all’aperto o in luoghi aperti al pubblico;
g) puntuale disciplina delle “comprovate esigenze primarie” previste dall’ art. 1, comma 2, lett. a) del Decreto legge nr. 19 del 25/03/2020 come segue:

– gestione quotidiana degli animali domestici: passeggiata ed espletamento dei bisogni fisiologici potranno avvenire a condizione che dette attività si svolgano nelle immediate vicinanze dall’abitazione del proprietario dell’animale ovvero nel raggio di 200 metri, avendo cura di avere al seguito il materiale per la raccolta delle deiezioni.
– attività motorie: potranno avvenire a condizione che dette attività si svolgano nelle
immediate vicinanze dall’abitazione ovvero nel raggio di 200 metri;
– uscita con figli minori: consentita a un solo genitore, in prossimità della propria abitazione, a condizione che lo spostamento sia motivato da situazioni di necessità o di salute.

Di confermare la piena collaborazione del dipendente Corpo della Polizia Locale con la
Prefettura di Modena e con le Forze di Polizia dello Stato in tema di controlli e sanzionamento delle violazioni, ammnistrative e penali previste, rispettivamente, dalla normativa di emergenza in vigore oltre che dall’impianto delle norme penali.

 

 

(3 aprile 2020)

@gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 




 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: