Scuola a sostenibilità a Fiorano Modenese. Martedì 18 febbraio un corso di formazione dedicato all’Agenda 2030

di Redazione, #FioranoModenese twitter@sassuolnewsgaia #Scuola

 

La scuola può essere motore di sviluppo per un futuro sostenibile, da questa convinzione nasce l’iniziativa di formazione, in programma martedì 18 febbraio alle scuole medie Bursi, che vede coinvolti, alle 15.15, i 50 giovani componenti del Consiglio Comunale dei Ragazzi (CCR) di Fiorano Modenese e, dalle 16.30, circa 150 docenti dei plessi scolastici dei due istituti comprensivi fioranesi, ma anche genitori e cittadini interessati.

Il seminario, volto all’approfondimento dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per l’educazione allo sviluppo sostenibile e a stili di vita maggiormente rispettosi dell’ambiente, è organizzato da UCIIM Modena-Sassuolo (Unione Cattolica Italiana Insegnanti, Dirigenti, Educatori, Formatori), ente di formazione riconosciuto dal Ministero della Pubblica Istruzione, in collaborazione con l’amministrazione comunale di Fiorano Modenese e le dirigenti scolastiche Ilaria Leonardi e Simona Simola. Così spiegano le due dirigenti:

Lo scopo di questa formazione è fornire ad alunni ed insegnanti strumenti che possano cambiare gli stili di vita nel quotidiano, al fine di rispettare e proteggere il nostro Pianeta e le sue risorse. Lavorando su modalità di insegnamento e apprendimento più vicine alla realtà e alle comunità del nostro territorio possiamo garantire uno sviluppo sostenibile e soprattutto più equo per tutti.

Si tratta della prima applicazione in provincia del protocollo rinnovato a dicembre 2019 tra Ministero dell’Istruzione (MIUR) e Alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile (ASviS), per favorire la diffusione della cultura della sostenibilità, in particolare nel sistema educativo e tra i giovani. Sottolinea, inoltre, Luca Busani, assessore alle Politiche educativo-scolastiche del Comune di Fiorano Modenese.

Educazione, ambiente e civiltà sono tre priorità che l’amministrazione comunale si è data nei confronti dei più giovani. Parlare ai ragazzi è parlare al futuro e sensibilizzarli sui contenuti e sugli obiettivi dell’Agenda 2030 è il miglior investimento che possiamo fare per il nostro e, soprattutto, per il loro bene.

Il CCR quest’anno sta lavorando sul tema ambiente, declinato in diverse azioni e nelle scuole, come sul territorio, vengono portati avanti progetti significativi in questo ambito, che però spesso restano scollegati, perché non sappiamo vederli in un quadro più ampio. Questa formazione può aiutare a farlo e ad agire con più consapevolezza.

Prosegue la professoressa Alessandra Borghi, presidente di UCIIM Modena Sassuolo e formatore:

L’amministrazione di Fiorano Modenese e le scuole hanno accolto con grande interesse la nostra proposta. Gli istituti comprensivi fioranesi saranno fra i primi ad approfondire la conoscenza degli obiettivi previsti dall’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, un programma d’azione per le persone, il pianeta e la prosperità, sottoscritto il 25 settembre 2015 dai governi dei 193 Paesi membri dell’ONU.

Il corso è particolarmente significativo anche per l’importanza della relatrice, la dottoressa Laura Cavalli, ricercatrice in Fondazione Eni-Mattei e docente universitaria, che illustrerà i 17 goal dell’Agenda 2030 prima agli studenti del CCR e poi a insegnanti e genitori.

Il programma della giornata di formazione prevede un primo incontro alle ore 15.15 con i ragazzi del CCR, curato dalla dottoressa Laura Cavalli, a seguire, alle 16.30 il corso per docenti, genitori e a cittadini interessati, sul tema Agenda 2030 – obiettivi e azioni – cosa può fare la scuola, e alle 18.00 un approfondimento su “Idee e progetti per la sostenibilità”, a cura della professoressa Borghi, direttore della formazione, che spiega:

Insieme alle insegnanti  tratteremo di attività e progetti operativi per la scuola anche in vista del Festival dello sviluppo sostenibile che quest’anno si svolgerà a Parma, Città della cultura italiana 2020, e inoltre si approfondirà il progetto per la partecipazione al concorso indetto da ASviS e MIUR per le scuole italiane.

 

 

(14 febbraio 2020)

@gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 




 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: