8.8 C
Sassuolo
13.6 C
Roma
Pubblicità
Pubblicità

CRONACA

Pubblicità

FIORANO MODENESE

“Cime tempestose” raccontato a Fiorano Modenese

Domenica al Centro Culturale di via Vittorio Veneto con Tina De Falco, Franca Lovino e Gen Llukaci [....]

Il mistero del liceo classico

EMILIA-ROMAGNA

HomeNotizieTerremoto PD in Liguria: in trenta lasciano e abbracciano Calenda

Terremoto PD in Liguria: in trenta lasciano e abbracciano Calenda

Con Elly Schlein “netta svolta a sinistra, non ci sentiamo più a casa nostra” e, come scrivevamo da qualche altra parte, nuovo colpo alla forza della segretaria eletta ai gazebo. Se ne sono andati in trenta dal PD ligure, e tra loro gente che porta voti come Cristina Lodi, la più votata in consiglio comunale a Genova alle ultime amministrative, e il consigliere regionale Pippo Rossetti, altro uomo da diverse migliaia di voti.

Secondo gli scissionisti che hanno deciso di entrare in Azione con Carlo Calenda, nel PD c’è “una netta svolta a sinistra, in cui viene sostanzialmente negato il processo del riformismo messo in campo negli ultimi dieci anni” per questo, dichiarano, “non ci sentiamo più a casa nostra”. Un colpo durissimo per Elly schlein che ha già dovuto incassare i “No” di Bonaccini e Zingaretti.

 

 

(8 settembre 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 

 



LEGGI ANCHE