Trattamenti larvicidi contro le zanzare

di Redazione #Sassuolo twiitter@ERgaiaitaliacom #Zanzare

 

Sono iniziati da tempo e proseguono con cadenza mensile, i cicli di trattamenti larvicida nelle caditoie di tutto il territorio comunale, su strade, piazze, giardini e nelle aree pubbliche di scuole, cimiteri ed altri edifici di proprietà comunali. Contemporaneamente sono in corso, su tutto il territorio comunale, anche interventi di derattizzazione.

Visto il clima particolarmente favorevole al proliferare di zanzare tigre, zanzare comuni e pappataci, che possono trasmettere malattie virali anche gravi, l’Amministrazione comunale ha messo a disposizione per tutti i cittadini, gratuitamente, un prodotto larvicida che è possibile ritirare presso l’Urp, l’Ufficio Relazioni con il Pubblico di piazza Garibaldi.

Il trattamento adulticida nelle zone comunali non è possibile, se non su espressa segnalazione di un rischio sanitario da parte dell’Azienda Usl.

Naturalmente il Sindaco che ha un’opinione ha ritenuto “opportuno informare bene ciò che si può fare, viste le pressanti richieste dei cittadini che lamentano la presenza di zanzare, mosche e ratti sul territorio comunale” perché, quanto ci piace professare i nostri limiti “ci sono procedure e leggi da osservare, quindi questo è il massimo che un Sindaco oggi può fare”. Non siete commossi da tanta modestia?

La sola azione del Comune non è sufficiente a contenere il fenomeno delle infestazioni: è necessaria una presa di coscienza ed un’assunzione di responsabilità da parte dei privati cittadini che devono seguire alcune semplici norme di comportamento indicate nell’Ordinanza Sindacale n.51/2019, in vigore dal 15 aprile al 31 ottobre, in particolare:

  • effettuare trattamenti larvicidi in area privata in tombini, griglie di scarico, pozzetti di raccolta dell’acqua piovana e in qualunque contenitore di acqua piovana non eliminabile (es. fontane, piscine in disuso);
  • evitare ogni possibile raccolta o ristagno di acqua;
  • svuotare annaffiatoi e sottovasi;
  • dotare di copertura ermetica o rete zanzariera eventuali contenitori d’acqua posti in area aperta;
  • non immettere acqua in tombini, griglie caditoie poste su aree pubbliche;
  • coprire con teli impermeabili, fissati e ben tesi, eventuali depositi di materiale all’aperto.

I trattamenti adulticidi negli spazi privati possono essere eseguiti solo in via straordinaria e limitatamente al periodo 15 luglio – 15 settembre e devono essere preventivamente comunicati al Comune di Sassuolo e all’Azienda USL di Modena, dipartimento di Sanità Pubblica, utilizzando il modulo allegati 1 di cui all’Ordinanza Sindacale scaricabile dal sito del Comune di Sassuolo.

Per proteggersi dalle punture bastano alcuni semplici accorgimenti: utilizzare prodotti repellenti, utilizzare all’interno delle abitazioni zanzariere, condizionatori e apparecchi elettroemanatori di insetticidi liquidi o piastrine. Lamentarsi e basta

 

(24 luglio 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: