Da Fiorano Modenese un progetto europeo per il contrasto alla violenza di genere online

di Redazione, #FioranoModenese twitter@sassuolnewsgaia #ONOFF

 

Dal 25 novembre, scelto come data simbolica, prende il via da Fiorano Modenese il progetto europeo ON-OFF che mira a definire un modello di intervento per il contrasto alla violenza di genere online, a beneficio di insegnanti ed educatori europei. L’obiettivo è creare e testare una procedura da mettere poi a disposizione liberamente, una volta validata. Nel progetto sono impegnati sei soggetti provenienti da cinque Paesi europei: Bulgaria, Cipro, Grecia, Spagna e Italia. E proprio italiano, anzi ‘fioranese’, è il capofila del progetto: si tratta di Lumen, l’associazione di promozione sociale che sviluppa le attività di Casa Corsini per conto del Comune di Fiorano Modenese. L’altro partner italiano è Aretés, realtà modenese attiva nella ricerca applicata. L’avvio delle attività è stato simbolicamente fissato per lunedì 25 novembre, Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne: da quella data si può chiedere di partecipare alle attività rivolte ai formatori.

Il progetto è finanziato all’80% da fondi europei (programma “Diritti, uguaglianza e cittadinanza”) e al 20% da fondi propri dei sei partner. Tutte le scuole, centri giovani, strutture e insegnanti ed educatori del territorio provinciale modenese possono partecipare gratuitamente alle attività progettuali. In totale saranno coinvolti 700 ragazzi e 90 fra insegnanti ed educatori suddivisi in 5 Paesi. Così spiegano i responsabilit di Lumen:

Abbiamo iniziato proprio in questi giorni con le istituzioni e le agenzie educative del territorio una prima presentazione del lavoro che si svilupperà nell’arco di due anni attraverso cinque paesi europei. È un progetto ambizioso: l’obiettivo è creare, in modo partecipato, un modello di intervento utilizzabile gratuitamente da scuole e centri educativi europei per il contrasto alla violenza di genere online e contro gli stereotipi e l’oggettificazione della figura femminile.

In ciascuno dei Paesi saranno coinvolti almeno 18 fra insegnanti ed educatori e circa 140 ragazze e ragazzi dai 12 ai 17 anni. In estrema sintesi, il progetto prevede inizialmente un percorso di ascolto ed un sondaggio per raccogliere esigenze, idee, proposte, bisogni e quanto utile per la definizione del modello. Successivamente sarà realizzato il modello di intervento per l’utilizzo del quale insegnanti ed educatori partecipanti saranno adeguatamente formati; poi prenderà il via la sperimentazione nelle scuole per arrivare alla successiva validazione del modello. Alla fine del percorso, il modello sarà disponibile online per tutti, in 5 lingue; una piattaforma sperimentata e validata cioè, contenente tracce, lezioni, video, schede informative, utilizzabile per informare, coinvolgere, sensibilizzare i ragazzi contro la violenza di genere online

Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare la mail lumenassociazione@gmail.com.

 

 

(21 novembre 2019)

@gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 




 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: