Emilia Romagna Teatro #laculturanonsiferma con Pascal Rambert e Aglaia Pappas

foto: Patrick Imbert

di Redazione #ERT twitter@modenanewsgaia #laculturanonsiferma

 

Due artisti internazionali cari a Emilia Romagna Teatro Fondazione, Pascal Rambert, regista e autore francese considerato uno dei maggiori esponenti del teatro europeo, e Aglaia Pappas, attrice greca legata al percorso artistico di Theodoros Terzopoulos, scelta di recente per La commedia della vanità di Elias Canetti dal regista Claudio Longhi, prendono parte al cartellone virtuale #laculturanonsiferma, ideato dalla Regione Emilia-Romagna in collaborazione con ERT Fondazione.

Pascal Rambert risponde all’invito con una lettura in esclusiva di alcuni brani, tradotti in italiano da Chiara Elefante, della sua nuova creazione 3 annonciations. Lo spettacolo, curato insieme al regista italiano Romeo Castellucci, debutterà il 29 settembre 2020 al TNB – Théâtre National de Bretagne. Tre monologhi per tre attrici, Silvia Costa, Barbara Lennie in alternanza con Itsaso Arana e Audrey Bonnet, che nelle loro lingue madri – italiano, spagnolo e francese – danno voce al mistero dell’annuncio dell’angelo Gabriele alla Vergine Maria. I tre discorsi performativi indagano questo dogma per metterlo in discussione oggi e per confrontarlo con la modernità: cosa potremmo annunciare ai nostri tempi? Il disastro ecologico a venire? La fine del mondo? L’avvento di nuovi tempi? Un passo indietro?

Rivivendo il cuore della nostra cultura mediterranea, Aglaia Pappas legge Il Simposio, una delle opere più celebri tra i dialoghi scritti da Platone.

In casa del poeta e drammaturgo Agatone si riuniscono attorno a un banchetto alcune delle personalità più importanti del V secolo ateniese, come Socrate, Pausania, Fedro e Aristofane. In un giro di tavolo, ciascuno ha il compito di offrire agli altri un elogio di Eros.

Nel brano scelto dall’attrice, è proprio Agatone a parlare, illustrando «qual è e di quali beni è artefice» il dio Amore.

La lettura di Rambert va in onda martedì 14 aprile alle ore 19.00 mentre quella della Pappas giovedì 16 aprile alle ore 20.00, entrambe su Lepida Tv (Canale 118 del digitale terrestre) e canale YouTube LepidaTV OnAir, sul portale EmiliaRomagnaCreativa e su Facebook Cultura Emilia Romagna, e sul 5118 di Sky.

Chi non riuscirà a seguire la diretta, potrà consultare nei giorni successivi il canale YouTube di Emilia Romagna Teatro Fondazione.

Le recenti e future uscite on line delle iniziative di ERT Fondazione sono da ora disponibili sul sito web nella pagina ERTonAIR.

Uno spazio virtuale per unire come in un archivio tutti i contenuti realizzati in questo periodo, in collaborazione con le istituzioni e le altre realtà con cui ERT è in dialogo. Un modo per accompagnare le giornate degli spettatori a casa e continuare a esserci per loro.

 

Pascal Rambert

Autore, regista, coreografo, nel 2016 riceve il Premio Teatro dell’Académie Française per il complesso della sua opera.

structure production – Pascal Rambert & Pauline Roussille è ente associato del Théâtre des Bouffes du Nord dal 2017; Rambert è artista associato di El Pavón Teatro Kamikaze e autore associato presso TNS – Teatro Nazionale di Strasburgo dal 2014. Dal 2007 al 2017 ha diretto il T2G-Théâtre de Gennevilliers che ha trasformato in un centro teatrale nazionale di creazione contemporanea, luogo esclusivamente dedicato all’attività di artisti viventi (teatro, danza, opera, arte contemporanea, cinema).

Le creazioni di Pascal Rambert sono state presentate in Europa, America Centrale, America del Sud, Africa del Nord, Russia, Asia, Medio Oriente.

I suoi testi sono pubblicati in Francia da Solitaires intempestifs e tradotti e pubblicati in numerose lingue: inglese, russo, italiano, tedesco, giapponese, cinese, croato, sloveno, polacco, portoghese, spagnolo, castigliano, catalano, danese, greco, thai, ceco.

Negli anni, ERT Fondazione ha prodotto e coprodotto alcuni dei suoi lavori più celebri, tra cui Clôture de l’amour, Répétition e L’art du théâtre. Architecture, lo spettacolo che ha aperto l’edizione 2019 del Festival d’Avignone, è stato presentato a VIE Festival 2020. I testi Architecture e Soeurs (Marina & Audrey), tradotti in italiano da Chiara Elefante, sono pubblicati nella collana Linea.Extra di ERT Fondazione e Luca Sossella Editore.

 

Aglaia Pappas

È laureata alla National Theatre Drama School di Atene e alla Aristotelian University di Salonicco in lingua e letteratura francese. Nel suo percorso artistico ha affrontato diverse drammaturgie della contemporaneità̀, come Il malinteso di Camus, Crave di Kane, Molly Bloom di Joyce (Premio del Grotowski Institute e Premio del Greek Critics Committee), ma lunga è la sua consuetudine con il linguaggio tragico. Ha recitato in Andromaca di Euripide diretta da Jacques Lassalle per il Festival d’Avignon, nell’Orestea e nelle Le supplici di Eschilo (qui diretta da Koek e Marmarinos per Epidaurus Festival e Veenfabrik).

Fondamentale la sua collaborazione con Theodoros Terzopoulos: tra gli spettacoli interpretati sotto la guida del regista, Alarme, composizione scenica basata sulla corrispondenza tra la Regina Maria di Scozia e la Regina Elisabetta I e Amor, da un testo di Alevras.

È stata la voce narrante in francese delle Cerimonie di aperture e chiusura dei Giochi Olimpici di Atene del 2004. Nel 2019 ha recitato ne La commedia della vanità di Elias Canetti con la regia di Claudio Longhi, prodotto da Emilia Romagna Teatro Fondazione.

 

(10 aprile 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 





 

 

 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0 0
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: