11.1 C
Sassuolo
15.4 C
Roma
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

A Modena per l’Epifania visite guidate a mostre e musei

“L’arte del dono” al Museo Civico, la mostra di Giulia Napoleone alla Poletti, visita combo a Ghirlandina e sale storiche del Palazzo Comunale, il Duomo in mattoncini Lego [....]
HomeNotizieGrandezze & Meraviglie, 26° Festival Musicale Estense 2023, il 25 ottobre “Flora e...

Grandezze & Meraviglie, 26° Festival Musicale Estense 2023, il 25 ottobre “Flora e Primavera” con musiche del Banchieri

Mercoledì 25 ottobre presso la Rocca di Vignola, Sala dei Contrari, alle ore 21, Grandezze & Meraviglie presenta il concerto Flora e Primavera, con musica di Adriano Banchieri, a “cinque voci nello spinetto o chitarrone” del 1622, nell’interpretazione Ensemble madrigalistico Teatro delle Grazie, con undici musicisti. Si tratta di una composizione fresca e leggera, con registri vivaci e gioiosi che si alternano con parti tenere e patetiche, cantate, recitate e concertate. Questa raccolta di 21 madrigali appartiene del periodo maturo del poliedrico arista: abate, compositore, scrittore di testi ironici e satirici (famoso per l’aggiunta di Cacasenno al Bertoldo e Bertoldino di Croce) e di trattati musicali fondamentali. L’opera, in sé, rappresenta una transizione tra lo stile polifonico e il nuovo stile che vede la melodia accompagnata farsi strada nell’ambiente culturalmente avanzato dell’area padana. Adriano Banchieri nacque a Bologna nel 1567 e vi morì nel 1634. La sua storia personale e musicale si intrecciò a quella di altre figure interessanti quali Monteverdi, Vecchi, Giacobbi, Guami e Barbieri.

L’Ensemble Madrigalistico Teatro delle Grazie è un brillante gruppo di voci che prende vita e forma artistica all’interno della classe di Canto Rinascimentale e Barocco del Conservatorio di Vicenza. Il nome dell’ensemble si rifà a quello del più importante teatro di Vicenza del primo Settecento. Tante voci, educate allo studio della polifonia sia sacra che profana, legate dall’amore e dalla passione per un repertorio difficile e molto impegnativo, che richiede la partecipazione emotiva di sé stessi in tutto e per tutto.

Marco Scavazza è un baritono di fama che si è avvicinato giovanissimo allo studio della musica e del pianoforte, completando gli studi presso il Conservatorio di Rovigo. Ha proseguito l’approfondimento musicale conseguendo il diploma di Musical Vocale da Camera. Già dalle prime esperienze professionali ha indirizzato il suo interesse artistico verso lo studio della vocalità e della prassi esecutiva della Musica Antica e in particolare verso l’esecuzione del repertorio polifonico, in tutte le sue varie accezioni. Ad oggi, è invitato a partecipare in qualità di solista alle produzioni musicali di diversi Enti e Associazioni di valore europeo ottenendo premi e riconoscimenti.

Il Festival gode del sostegno e del patrocinio di: FUS (Fondo Unico dello Spettacolo del Ministero della Cultura), Regione Emilia-Romagna, Comuni di Modena, Sassuolo e Vignola, Fondazione di Modena, Fondazione di Vignola, Università di Modena e Reggio Emilia, Diocesi di Modena e Nonantola Bper Banca.

Info: www.grandezzemeraviglie.itinfo@grandezzemeraviglie.it.

 

(23 ottobre 2023)

©gaiaitalia.com 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 



FIORANO MODENESE