La granitica giunta leghista a marchio Menani perde anche la vicesindaca Nizzoli. Dimissionaria. Un’apoteosi

Altre Notizie

Condividi

di Giancarlo Grassi

La granitica giunta leghista a guida [sic] Menani perde anche la vicesindaca Nizzoli che si dimissiona e pubblica la lettera su Facebook. Ora attendiamo che Menani dia la colpa alle malelingue anche stavolta.

La vicesindaca cita “imposizioni nazionali e quindi comunali” che la mettono in conflitto con il “mantenere fede a quella che è la mia persona, il mio credo, il mio essere” che la costringono a rassegnare le dimissioni dalle sue cariche di vicesindaca e Assessora. Insomma, è colpa delle norme anti-covid e va detto che mai cerimonia di consegna di una cittadina alla madonna portò più sfiga a un Sindaco e a una giunta – si era in tempi di DPCM e di trasgressive funzioni in piazza e all’aperto.

Così dopo i fratelli assessori dimissionari eccone un’altra in odore di dimissioni no-vax. Toccherà lavorare di fino – ad averne – per assegnare così tante deleghe e con l’abbondanza di teste pensanti che si ritrova attorno il Sindaco Leghista forse potrebbe volerci molto. Faccia una cosa intelligente Menani: si dimetta. Passerà alla storia per avere capito che non tirava più aria, una considerazione che nessuno in questo paese fa mai abbastanza.

Attendiamo ora il solito, illuminato comunicato stampa del produttore di veline deputato dove Menani che è un po’ anche vostro padre dovrà fantasiosamente trovare qualcun altro cui dare la colpa dello sfascio nel quale ha fatto precipitare, con le sue scelte maldestre, l’amministrazione comunale sassolese. Fatti politicamente vergognosi.

 

È stata una scelta difficile e molto sofferta, ne chiedo solo il rispetto.
Grazie…. 🙏

Pubblicato da Camilla Nizzoli su Martedì 1 febbraio 2022

 

(1 febbraio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: