Modena, mercato del lunedì. Respinta dal Tar la richiesta di vendita di abiti usati

Altre Notizie

Supporto alla genitorialità, a Bologna attivo un nuovo sportello di consulenza educativa anche per adolescenza e preadoloscenza

di Redazione Bologna È attivo da alcune settimane il nuovo sportello di consulenza educativa rivolto a genitori e adulti di riferimento di adolescenti e preadolescenti promosso da Asp Città di Bologna in collaborazione con il Comune. L’iniziativa, realizzata con il contributo per lo sviluppo e la qualificazione dei Centri per le famiglie e per le […]

Rapina in un supermercato a Bologna

di Redazione Bologna Nel pomeriggio dello scorso 5 dicembre 2022, l’equipaggio di Volante del Commissariato di San Giovanni in Persiceto ha eseguito l’arresto nei confronti di una donna straniera di circa 40 anni per una rapina avvenuta all’interno del supermercato IN’S sito alle porte di San Giovanni in Persiceto. La donna era stata sorpresa dal […]

Meloni è stanca delle “critiche alla manovra”, insomma con le critiche non ce la fanno

di Giovanna Di Rosa La presidente del Consiglio è “stanca delle critiche” alla manovra e trascina Palazzo Chigi sulla pericolosa soglia del come si permettono che è sempre un pessimo segno. Se ci sono critiche ci sono criticità evidentemente, dunque piuttosto che insofferenza sarebbe bene manifestare umiltà, perché chi la bicicletta se l’è cercata poi la bicicletta […]

Condividi

di Redazione, #Modena twitter@modenanewsgaia #Mercato

 

La vendita di abbigliamento e di accessori usati, così come di calzature usate, a Modena continua a essere vietata nel mercato settimanale del lunedì. Il Tribunale amministrativo regionale, infatti, ha respinto l’istanza cautelare presentata da cinque ambulanti per sospendere l’efficacia di alcune norme del Regolamento comunale approvato in gennaio dal Consiglio comunale che ha introdotto questo divieto.

La sanzione amministrativa prevista per chi viola questa norma del regolamento può variare da 516 a 3.098 euro. Il divieto è stato introdotto nell’ambito del provvedimento di qualificazione e riordino dell’area del mercato e dell’offerta di vendita, condiviso con le associazioni di categoria del commercio e con il Consorzio Mercato del Lunedì, con un’attenzione particolare alla qualità della proposta merceologica.

Nell’ordinanza del Tar del 23 ottobre che respinge la richiesta di sospensiva avanzata dagli ambulanti, accogliendo i rilievi del Comune, si sottolinea come, a un primo sommario esame della causa “il ricorso non contenga elementi per ritenerne ragionevolmente prevedibile un esito favorevole per i ricorrenti, tenuto anche conto che l’amministrazione comunale ha comprovato di avere comunicato tempestivamente le modificazioni del Regolamento e che non risulta comprovata, dai ricorrenti, la lamentata disparità di trattamento nei confronti di altri operatori mercatali”.

 

 

(25 ottobre 2019)

@gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 




 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: