Quattro arrestati in diverse località d’Italia dai Carabinieri di Sassuolo

Altre Notizie

“Il Gabbiano – Progetto Čechov”, Teatro Storchi. Dall’8 all’11 dicembre

di Redazione Spettacoli Attore, autore e regista, Premio della Critica ANCT 2020 e vicedirettore e coordinatore della Scuola per Attori del Teatro Stabile di Torino dal 2021, Leonardo Lidi si avvicina a uno scrittore a lui caro, Anton Čechov, insieme a un gruppo di tredici attori. Prodotto da Teatro Stabile dell’Umbria, Emilia Romagna Teatro ERT […]

DIVERGENTI. Festival Internazionale di Cinema Trans. Premiati i vincitori della XII edizione

di Pa.M.M. Con la premiazione dei vincitori si è chiusa nella serata di sabato 3 dicembre presso il Cinema Lumière di Bologna, alla presenza dei giurati e degli organizzatori, la dodicesima edizione di Divergenti l’unico festival cinematografico in Italia, e uno dei pochi in tutto il mondo, interamente dedicato alla narrazione e rappresentazione dell’esperienza trans. […]

Incidente mortale sul lavoro, dichiarazione del sindaco Lepore

di Redazione Bologna “Apprendo con dolore dell’incidente occorso oggi a Bologna a un lavoratore, che ha perso la vita cadendo dal tetto di un capannone, precipitando all’interno dell’edificio a causa del cedimento di una vetrata. Esprimo il mio cordoglio e quello della città alla famiglia e agli amici della vittima. Sul posto si sono recati, appresa […]

Massimo Dapporto e Antonello Fassari al Teatro Duse, con il “Delitto di via dell’Orsina”

di Redazione Bologna Una commedia nera con un ingranaggio drammaturgico perfetto, fatto di trovate, energia e divertimento, tra clownerie e astrazioni beckettiane. Dal 9 all’11 dicembre (venerdì e sabato alle ore 21, domenica alle 16) approda al Teatro Duse di Bologna ‘Il delitto di via dell’Orsina’ uno degli atti unici più noti di Eugène-Marin Labiche, […]

“La Congiura / Giulio Cesare” dall’opera di Shakespeare le tracce degli intrighi politici che arrivano fino a oggi

di Redazione Spettacoli Giulio Cesare, l’uomo e il politico, dove il personale si confonde con il pubblico, e dove gli intrighi e le strategie per affossare l’amico-avversario gettano ombre sinistre sulla politica contemporanea. La regista Laura Angiulli rilegge il grande classico shakespeariano in “La congiura / Giulio Cesare”, di cui ha curato anche la drammaturgia, per la […]

Condividi

di Redazione #Modena twitter@modenanewsgaia #Sassuolo

 

Nelle prime di ieri pomeriggio, in Padova, Castel Volturno (CE), e in Romano d’Ezzelino (VI), i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Sassuolo hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal G.I.P. del Tribunale di Modena Dott. Romito, su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di quattro persone, due italiani e due tunisini, tutti gravati da pregiudizi di polizia, residenti nel casertano, ritenuti responsabili di rapina aggravata in concorso.

L’indagine, coordinata dal sostituto Procuratore della Repubblica di Modena Dott. Mazzei e condotta dall’aprile a giugno di questo anno, ha consentito di evidenziare l’esistenza di un gruppo, radicato nella provincia di Caserta ed operativo prevalentemente in quella Modenese, dedito alla commissione di rapine a mano armata e di raccogliere gravi e concordanti indizi di responsabilità, a carico dei quattro arrestati, ritenuti responsabili di sei distinti episodi delittuosi: la rapina del 3 aprile 2019 ai danni dell’esercizio commerciale, profumeria “Caddy’s” di Maranello; la rapina dell’11 aprile 2019 ai danni della “nuova farmacia Vignolese” e, sempre a Vignola nella medesima giornata, la rapina ai danni della “farmacia Brodano-Bavutti”; una rapina in abitazione a Vignola; la rapina del 17 maggio 2019 ai danni dell’esercizio commerciale “Tigodo” di Cittadella (PD) nonché, in ultimo, la rapina del 19 maggio 2019 in danno della farmacia “San Faustino” di Modena.

Gli indagati noleggiavano di volta in volta dei veicoli e dal casertano giungevano nel modenese dove, nei pressi degli obiettivi preliminarmente individuati, parcheggiavano l’autovettura e facevano irruzione travisati e armati di pistola. Al termine delle rapine, prelevato l’incasso, rinchiudevano gli impiegati in una stanza e fuggivano raggiungendo l’auto con cui facevano rientro nel casertano nella giornata stessa, riconsegnando regolarmente il veicolo noleggiato.

Per quanto riguarda la rapina in abitazione, i malviventi, qualificandosi come appartenenti all’Arma dei Carabinieri, fingendo di dover effettuare una perquisizione per cercare la refurtiva delle rapine commesse in Vignola, avevano strattonato la proprietaria di casa gettandola per terra e rinchiudendola in una stanza. Il provento delle sei rapine è stato quantificato in circa 51.000,00 euro.

Alla cattura delle quattro persone si è arrivati dopo prolungate ricerche, poiché sebbene le stesse fossero tutte formalmente residenti nel casertano, i due cittadini italiani venivano rintracciati in provincia di Vicenza; peraltro, uno dei quattro arrestati aveva partecipato alle rapine nonostante fosse sottoposto all’obbligo di dimora.

Così informa un comunicato stampa dei carabinieri.

 

 

(17 ottobre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 

 




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: