Ricordare i fondatori di Emergency, Gino Strada e Teresa Sarti, intitolando loro un luogo della sanità pubblica modenese

Altre Notizie

Le celebrazioni del Giorno della Memoria a Scandiano

di Redazione Scandiano La mattina del 27 gennaio le celebrazioni del Giorno della Memoria a Scandiano. Prima della commemorazione ufficiale, il sindaco Matteo Nasciuti ha lucidato la pietra d’inciampo dedicata a Guglielmo Corradini, antifascista e partigiano scandianese deportato e ucciso a Mathausen, in piazza Spallanzani. Con lui anche un parente di Corradini, Luca Basenghi, con la figlia […]

La Rocca di Scandiano in rosa per onorare il Giro d’Italia

di Redazione Sport Mancano 100 giorni alla partenza del Giro d’Italia 2023, qualcuno in più alla prima storica partenza di tappa da Scandiano, il 16 maggio nella frazione che condurrà i ciclisti a Viareggio. Nella serata del 26 gennaio l’amministrazione comunale ha dato appuntamento davanti alla Rocca a tutte le ciclistiche scandianesi per dare ufficialmente il […]

Condividi

di Redazione, #sociale

Modena vuole ricordare i fondatori di Emergency, Gino Strada e Teresa Sarti, intitolando loro un luogo della sanità pubblica modenese come la Casa della Salute di via Panni, “un investimento già programmato e finanziato, oltre che molto atteso dalla città”, ma anche simbolo dell’impegno universalistico della loro attività.

È la proposta che il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli, dopo averla condivisa con la giunta comunale, ha fatto al direttore generale dell’Ausl Antonio Brambilla e all’assessore regionale alla Sanità Raffele Donini con una lettera dove si sottolinea come siano tanti i cittadini modenesi che nel corso degli anni hanno sostenuto, direttamente e indirettamente, le attività di Emergency.

Nella seduta di giunta di martedì 31 agosto, inoltre, è stata approvata la convenzione tra Comune, Azienda Usl e Asp Charitas per la realizzazione della Casa della salute nell’area dell’Istituto Charitas di via Panni per un investimento di quasi 5 milioni di euro (4 milioni e 910 mila euro). L’area, che ospita già la struttura socio-riabilitativa residenziale e diurna per persone con disabilità, verrà messa a disposizione a titolo gratuito per 30 anni.

 

(1 settembre 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 

 

 

 

 

 



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: