Sulle dimissioni dei Ruini la clava della dichiarazione di Menani “a prescindere da quanto sostiene qualcuno”

Altre Notizie

Condividi

di Daniele Garuti

Ed ecco finalmente, a margine delle dimissioni dei Ruini (al plurale che si fa prima), la prolusione di Menani della quale tanto si sentiva il bisogno. Eccolo il volemmose bene del baciapilismo sulle rive del Secchia: “Una decisione che rispetto: ad Angela e Corrado Ruini va il più sincero ringraziamento per il grande lavoro svolto ed il più sentito in bocca al lupo per il futuro”.

Con queste auree parole il Sindaco di Sassuolo Gian Francesco Menani commenta le dimissioni degli Assessori Angela e Corrado Ruini, e lo fa “A prescindere da quanto sostiene qualcuno” perché con Menani siamo alla politica da pollaio. Alla carica ‘sibita al viczino. Poi si prosegue con l’incenso.

“Entrambi gli Assessori hanno svolto un enorme lavoro in Giunta, apprezzato da larga parte della città e per i quali li ringrazio: mi dispiace sinceramente perdere due così valide persone nella squadra di Giunta. La vita, però, è fatta di scelte: per motivi personali che non sta né a me né a nessun altro giudicare, hanno deciso di proseguire per la loro strada riconsegnando le loro deleghe. Siamo al lavoro assieme a tutta la maggioranza per individuare chi sarà in grado di sostituirli nel più breve tempo possibile”.

Notoriamente, nel lessico sindacale, i motivi personali vanno in coppia e all’unisono. Eccolo il racconto leghista del Sindaco che voleva mandare gli esodati a lavorare in Russia, ma poi non era vero, e per il quale è vero tutto insieme al contrario di tutto. Basta che quel tutto venga dalle sue parole. Più che un mandato politico sembra una crisi mistica.

 

(11 gennaio 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 




 

 

 

 

 

 

 



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: