13.2 C
Comune di Sassuolo
sabato, Ottobre 23, 2021
HomeCopertina ModenaViolenza sessuale a Spilamberto, la Lega al linciaggio mediatico dimenticandosi dei fatti...

Violenza sessuale a Spilamberto, la Lega al linciaggio mediatico dimenticandosi dei fatti di Bologna (non che esistano reati di serie A e di serie B)…

0Shares





di G.G. #Maiconsalvini twitter@modenanewsgaia #Maiconlalega

 

Con un durissimo comunicato stampa di quelli che piacciono tanto al suo elettorato, dai toni che la Lega si guarda bene dall’utilizzare quando si tratta di condannare le marachelle dei suoi esponenti, come ad esempio i festini con cocaina e minorenni riconducibili a certi ex-candidati leghisti bolognesi, la Lega di Salvini Premieri, aizza i cani contro i migranti puntando il dito contro quelle che chiama “le politiche buoniste” che sarebbero la causa di reiterati episodi di violenza da parte di stranieri.

Si riferisce ad un caso di violenza perpetrato ai danni di una 64enne da un giovane straniero, senza fissa dimora, un “bruto” lo definisce il comunicato, che se sarà giudicato colpevole farà i conti con la Legge e li avrebbe fatti anche senza l’augusto intervento della macchina propagandistica leghista.

Il comunicato è utilissimo a distogliere l’attenzione dal processo a Salvini e dalle disgrazie leghiste post-elezioni e decide della colpevolezza di un uomo quando invece per l’ordinamento italiano, e questo vale anche per Salvini, si è innocenti fino alla sentenza di colpevolezza.

Nel caso specifico il 27enne senza fissa dimora avrebbe violentato la 64enne in un androne di Spilamberto in provincia di Modena, un crimine odioso, almeno quanto i festini a base di coca con minorenni che presuppongono lo sfruttamento della prostituzione minorile. Insomma non ci sono reati di serie A e di serie B e non ci sono delinquenti, o presunti tali, più o meno colpevoli a seconda che siano leghisti o stranieri. No, signori della Lega, non funziona così la giustizia italiana. E’ la propaganda leghista a funzionare così.

Se la donna ha subito violenza, e a Lei va tutta la nostra solidarietà, il 27enne pagherà. Ma in quanto colpevole, non in quanto straniero. Così come l’ex-leghista bolognese pagherà in quanto colpevole e non in quanto leghista. E non è questa la sede, ma va ricordato che fu la Lega a volere una legge – la Bossi-Fini – che crea clandestinità, con i suoi assurdi regolamenti, e rende molto difficile l’entrare in Italia regolarmente.

 

(5 ottobre 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 



POTREBBERO INTERESSARTI
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: