Vuccirìa Teatro al Teatro delle Passione con “Battuage” #Inscena dal 28 al 30 gennaio

Altre Notizie

Supporto alla genitorialità, a Bologna attivo un nuovo sportello di consulenza educativa anche per adolescenza e preadoloscenza

di Redazione Bologna È attivo da alcune settimane il nuovo sportello di consulenza educativa rivolto a genitori e adulti di riferimento di adolescenti e preadolescenti promosso da Asp Città di Bologna in collaborazione con il Comune. L’iniziativa, realizzata con il contributo per lo sviluppo e la qualificazione dei Centri per le famiglie e per le […]

Rapina in un supermercato a Bologna

di Redazione Bologna Nel pomeriggio dello scorso 5 dicembre 2022, l’equipaggio di Volante del Commissariato di San Giovanni in Persiceto ha eseguito l’arresto nei confronti di una donna straniera di circa 40 anni per una rapina avvenuta all’interno del supermercato IN’S sito alle porte di San Giovanni in Persiceto. La donna era stata sorpresa dal […]

Meloni è stanca delle “critiche alla manovra”, insomma con le critiche non ce la fanno

di Giovanna Di Rosa La presidente del Consiglio è “stanca delle critiche” alla manovra e trascina Palazzo Chigi sulla pericolosa soglia del come si permettono che è sempre un pessimo segno. Se ci sono critiche ci sono criticità evidentemente, dunque piuttosto che insofferenza sarebbe bene manifestare umiltà, perché chi la bicicletta se l’è cercata poi la bicicletta […]

Condividi

di Redazione #Modena twitter@modenanewsgaia #Spettacoli

 

Da martedì 28 a giovedì 30 gennaio al Teatro delle Passioni di Modena va in scena Battuage: creato da Vuccirìa Teatro, formazione artistica fondata da Joele Anastasi ed Enrico Sortino e prodotta dal 2018 dalla Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini, lo spettacolo è un viaggio all’interno dell’animo umano, declinato nella sua più profonda oscurità.

Termine coniato per definire i luoghi battuti da persone in cerca di rapporti occasionali, Battuage ritrae questo luogo / non-luogo attraverso gli occhi di Salvatore, giovane lavoratore del sesso. Salvatore non è una vittima, non è costretto da nessuno. È l’esempio di un uomo disposto a tutto: dissacrare quello che egli stesso ha elevato a sacro, smantellare a piacimento i suoi valori, le sue idee e i suoi ideali. Il sesso diviene così unico strumento di mediazione e relazione tra gli uomini: l’universo che ne emerge è uno spazio in cui il desiderio si tramuta in un affanno distruttivo.

Lo spazio scenico ospita piccole abitazioni-orinatoio degradate: anonimi punti di ritrovo per anonimi esseri umani che abitano dei corpi-involucro decadenti.

Un obitorio per “vivi” popolato dai quattro corpi degli attori che interpretano otto personaggi e che potrebbero bastare per raccontare l’umanità intera, incastrata dagli stessi depersonalizzanti meccanismi.

Battuage prova a raccontare lo sforzo, la deformità e la necessità di queste anime di rimanere ognuna saldamente attaccata a questa propria personale deformità per non auto-definirsi del tutto morti.

 

Battuage
drammaturgia e regia di Joele Anastasi
con Joele Anastasi, Enrico Sortino, Federica Carruba Toscano, Simone Leonardi in alternanza con Ivan Castiglione
scene e costumi Giulio Villaggio
light designer Davide Manca
musica originale BATTUAGE Alberto Guarrasi
aiuto regia Enrico Sortino
foto Dalila Romeo
make-up Stefania D’Alessandro
video & graphic designer Giuseppe Cardaci
produzione Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini
una creazione Vuccirìa Teatro

 

(24 gennaio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: