Il Sindaco Menani ringrazia la Guardia di Finanza

di G.G. #Sassuolo twitter@sassuolnewsgaia #Cronaca

 

“Non si tratta solamente di recuperare denaro non versato allo Stato, quindi ad ognuno di noi, ma anche di tutelare quelle aziende oneste, che rispettano le regole versando ogni singolo tributo”, con questa – che non è una dichiarazione di intenti, ma una frase dettata dalle circostanze – il Sindaco Menani commenta le ultime operazioni concluse dalla Guardia di Finanza che ha permesso di accertare una frode fiscale della portata di oltre 11 milioni di euro nel distretto ceramico, ma anche di individuare e chiudere un’officina completamente abusiva e quindi sconosciuta al fisco, che risulterebbe essere di proprietà di un cittadino marocchino.

“La concorrenza sleale – aggiunge il Sindaco – porta alla sofferenza ed alla chiusura di quelle aziende oneste che non possono, per sopravvivere, praticare gli stessi prezzi delle disoneste. Per questo ringrazio la Guardia di Finanza che quotidianamente lavora affinchè chi rispetta le regole possa sentirsi tutelato dalle Istituzioni. Colgo l’occasione – conclude il Sindaco di Sassuolo Gian Francesco Menani- per ringraziare il Capitano Fabio Potenza, che ha svolto un importantissimo lavoro in città e nel distretto, e sono certo che altrettanto farà nel suo prossimo incarico presso il Nucleo di Polizia-Economico Finanziaria di Genova. Un caloroso benvenuto al Capitano Consolato Riccardo Putortì, che dal prossimo due agosto assumerà l’incarico di comandante della Compagnia di Sassuolo, al quale ho garantito la massima collaborazione da parte dell’Amministrazione comunale di Sassuolo, anche attraverso la Polizia Municipale, nel contrastare fenomeni subdoli e deleteri per il tessuto economico locale”.

Auree parole che il Sindaco Menani vorrà applicare anche al partito al quale appartiene e che ha portato al successo a Sassuolo, partito che – ricorderete – è implicato in una questione che il segretario Salvini rifiuta di chiarire in parlamento, tacciandola di “fantasie” e che ipotizza finanziamenti russi alla Lega, che non spiega la presenza di Savoini al tavolo con i russi nonostante l’invito ad essere presente sia giunto a Savoini dal ministero dell’Interno oltre che ai 49 milioni frodati allo Stato che la Lega restituirà in 79 anni risparmiandone 31 e concludendo la restituzione con soli 18 milioni di esborsi. Il Sindaco del “recuperare denaro non versato allo Stato”  quando parla di onestà e disonestà dovrebbe citarle tutte. Necessari complimenti alla GdF a parte.

 

 

(26 luglio 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 


 

 




 

 

 

 

 

 




 

Share and Enjoy !

0Shares
0 0

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: