Meloni a FdI: “Non vedo il problema di inserire tecnici nel governo”

Altre Notizie

Supporto alla genitorialità, a Bologna attivo un nuovo sportello di consulenza educativa anche per adolescenza e preadoloscenza

di Redazione Bologna È attivo da alcune settimane il nuovo sportello di consulenza educativa rivolto a genitori e adulti di riferimento di adolescenti e preadolescenti promosso da Asp Città di Bologna in collaborazione con il Comune. L’iniziativa, realizzata con il contributo per lo sviluppo e la qualificazione dei Centri per le famiglie e per le […]

Rapina in un supermercato a Bologna

di Redazione Bologna Nel pomeriggio dello scorso 5 dicembre 2022, l’equipaggio di Volante del Commissariato di San Giovanni in Persiceto ha eseguito l’arresto nei confronti di una donna straniera di circa 40 anni per una rapina avvenuta all’interno del supermercato IN’S sito alle porte di San Giovanni in Persiceto. La donna era stata sorpresa dal […]

Meloni è stanca delle “critiche alla manovra”, insomma con le critiche non ce la fanno

di Giovanna Di Rosa La presidente del Consiglio è “stanca delle critiche” alla manovra e trascina Palazzo Chigi sulla pericolosa soglia del come si permettono che è sempre un pessimo segno. Se ci sono critiche ci sono criticità evidentemente, dunque piuttosto che insofferenza sarebbe bene manifestare umiltà, perché chi la bicicletta se l’è cercata poi la bicicletta […]

Condividi

di Daniele Santi

Mentre La Russa dice: “Non abbiamo parlato di nomi, né di veti”, e ci si chiede di che cazzo parlino dato che escono dicendo di non avere parlato di niente, arriva fresca sulle nostre tavole la nuova dichiarazione di Meloni che spiega a noi e a voi che non vede “il problema a far ricorso a tecnici”. Questo dopo oltre quattro anni di opposizione e di strali contro i tecnici.

Così mentre si parla anche di PNRR e FI definisce “Surreale” il fatto che nessuno dei suoi esponenti siano stati invitati alla riunione – più che surreale è francamente una realtà basata su valutazioni reali – Meloni sconcerta gli alleati spostando il suo governo sempre più al centro e mantenendo il timone del comando con ferrea determinazione. Ci aspettiamo agguati. Lei va avanti: “Voglio fare bene, il momento è importante, daremo il massimo dell’impegno”, avrebbe detto secondo fonti anonime presenti all’incontro.

La metamorfosi trasforma Meloni da Giorgia Urlatrice a una specie di Santa Meloni della Garbatella che preparerà una sorpresa al giorno, e non è detto che siano tutte gradite. Quel che è certo è: se BerlusconiSalvini pensavano di mettersela in tasca si sono sbagliati. E se ne stanno accorgendo nonostante il testosterone – quello che c’è e quello che si pensa sia rimasto. Non deve tranquillizzarli la dichiarazione pacifista di Rampelli Lollobrigida che hanno escluso veti contro Matteo Salvini – che Carlo Calenda liquida con il solito veleno dicendo: “Al Viminale non c’è mai stato: andava in giro a baciare prosciutti”: quando si escludono veti è perché non sono più necessari. Nel frattempo si aspetta la lista dei ministri che renderà nota Mattarella.

 

(5 ottobre 2022)

©gaiaitalia.com 2022 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 

 

 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: