11.1 C
Sassuolo
13.1 C
Roma
Pubblicità
Pubblicità

CRONACA

Pubblicità

FIORANO MODENESE

“Cime tempestose” raccontato a Fiorano Modenese

Domenica al Centro Culturale di via Vittorio Veneto con Tina De Falco, Franca Lovino e Gen Llukaci [....]

Il mistero del liceo classico

EMILIA-ROMAGNA

HomeCopertina ModenaSe TeleMeloni fa flop (e la propaganda non paga) vediamo quanto dura

Se TeleMeloni fa flop (e la propaganda non paga) vediamo quanto dura

di G.G.

Non diremmo mai “lo avevamo detto” perché tra amici non si fa, ma il bello deve ancora venire (vedrete il pupillo Pino insegno che botta) e la stagione firmata TeleMeloni parte male proprio nel giorno in cui la Monarchia Meloni si autocelebra a porte chiuse a Roma con investiture verticistico-famigliari tra sorelle cognati e mariti.

Parlano i dati: la nuova programmazione Rai con TG inguardabili, a senso unico, le radio Rai rinominate radiosalvini a base di difesa vannacciana a oltranza, dopo le insensate epurazioni da regime melon-autarchico, i dati d’ascolto dicono picche: fa flop Caterina Balivo, sotto di cinque punti rispetto alla scorsa stagione; fanno badabum i vari Roberto Inciocchi e Annalisa Bruchi con la prima serata che sta in piedi grazie all’ennesimo Montalbano, insomma Rai sotto Mediaset che sembra quasi l’abbiano fatto apposta. Reggono i soliti Bruno Vespa, Marco Damilano e Alberto Matano non sappiamo quanto sovranisti, certamente inamovibili per meriti d’ascolto.

Crollano anche i Tg Rai che perdono due punti di share per quattro notiziari sia la sera che il pomeriggio, Tgr inclusi e la sera, lo scrive Repubblica citando il professor Francesco Siliato dello Studio Frasi, secondo il quale i TG che “senza le edizioni regionali, i tre Tg nazionali della sera scendono sotto il 50%”. Su centomila spettatori Rai persi, 40mila li guadagna il Tg di Mentana“, nonostante il TG rimanga il più seguito, nell’edizione “principale dell’ora di pranzo perde 191.709 persone non lo guardano più”. Chissà quanto casualmente si avvantaggi della caduta degli dei “il Tg5 delle 13, il cui ascolto cresce di 179.507 spettatori”.

Per tornare ai trionfi di TeleMeloni nella sola giornata dell’11 settembre, data nefasta che racconta disastri da Allende alle Torri Gemelle, le reti Mediaset hanno festeggiato il 40,6% di share contro 34,2 di TeleMeloni nelle 24 ore. Insomma si è servita la frittata prevista dal menù dopo la caccia alle streghe delle corazzate culturali [sic] della presidente di Fratelli d’Italia e presidente del Consiglio. Trionfa La7: Omnibus vola al 4,23, Coffee Break al 4,28.

TeleMeloni specchio del governo. Da un flop all’altro dando la colpa una volta ai comunisti e l’altra ai tedeschi. Non diremo mai “lo avevamo detto” perché tra amici non si fa, ma il bello deve ancora venire.

 

(13 settembre 2023)

©gaiaitalia.con 2023 – diritti riservati, riproduzione vietata

 





 

 

 



LEGGI ANCHE