Il focolaio di varianti Covid all’Ospedale di Sassuolo e i miracoli del Sindaco leghista

Altre Notizie

Meloni è stanca delle “critiche alla manovra”, insomma con le critiche non ce la fanno

di Giovanna Di Rosa La presidente del Consiglio è “stanca delle critiche” alla manovra e trascina Palazzo Chigi sulla pericolosa soglia del come si permettono che è sempre un pessimo segno. Se ci sono critiche ci sono criticità evidentemente, dunque piuttosto che insofferenza sarebbe bene manifestare umiltà, perché chi la bicicletta se l’è cercata poi la bicicletta […]

Immacolata chiusura al traffico di via Emilia Centro

di Redazione Modena In occasione della festa dell’Immacolata, così come per il prossimo weekend, verrà chiusa al transito veicolare via Emilia centro, da corso Canalgrande a via Rismondo, per garantire una maggiore sicurezza e la possibilità di passeggiare anche in strada. In particolare, il provvedimento sarà attuato dalle ore 15 di mercoledì 7 alle ore 5 di venerdì 9 […]

Modena. Deroga alla ZTL per carico-scarico nel periodo natalizio

di Redazione Modena Per rispondere alle maggiori esigenze di approvvigionamento e consegna merci nel periodo natalizio degli esercizi commerciali situati in centro storico, da giovedì 8 dicembre fino a domenica 8 gennaio è stata ampliata la fascia oraria di accesso alla zona a traffico limitato per alcune categorie di veicoli. La deroga alle fasce orarie di circolazione previste durante […]

Condividi

di Redazione, #Sassuolo

Il Sindaco leghista che si affidava ai santi per evitare che il Covid-19 arrivasse nell’augusto piastrellificio pare abbia fallito la sua missione: è notizia del 9 aprile infatti quella di un focolaio, sotto controllo, ma sempre focolaio è, con tre varianti (quella brasiliana inclusa) all’Ospedale di Sassuolo, non molto distante dal Comune. Nemmeno in linea d’aria. Qualche settimana fa Sassuolo era il comune più contagiato della provincia.

Risulta ergo che il Sindaco leghista e la sua giunta favolosa dovrebbero essere al corrente della notizia non proprio rassicurante e dire qualcosa di istituzionale, diciamo così. Ma stanno zitti. Perché come tutti quelli che parlano troppo, quando devono parlare sul serio tacciono. Tacquero anche quando, il 10 marzo scorso, la sola Sassuolo registrò più casi di Modena nonostante abbia tre quarti e mezzo di abitanti in meno.

Non si intende certo accusare il Sindacal consesso di tal bizzarro cocktail virale, essendo le questioni di salute governate coi piedi dagli umani da molto prima che l’afflato vitale colpisse anche il futuro Sindaco e futuro flagello politico dell’augusto piastrellificio, ma sta di fatto che tal silenzio stupisce perché è proprio nel momento del bisogno che i figlioli bisognosi hanno bisogno di un padre rassicurante e, soprattutto, capace [sic].

Tocca così sottolineare che nel momento in cui c’era da dimostrare il rispetto per i decreti governativi di chiusura il Sindaco Menani giocherellava ai miracoli in piazza in pieno assembramento, vantandosi su Facebook di non rispettare le distanze di sicurezza e che invece di essere presente nel momento della difficoltà sanitaria, colpo di coda speriamo finale della pandemia, lui bel bello taceva, dopo aver detto la sua (inutile opinione) su qualsiasi cosa. Soprattutto sugli arresti, perché più si è leghisti ortodossi più si è forcaioli.

Dunque, in onore all’ortodossia, un consiglio non richiesto (sono i più sgradevoli): se proprio deve affidarsi ai riti da 1300 ed immediato successivo medioevo il Sindaco leghista provi a modernizzarsi e si affidi alla macumba… Son radici africane, certo, e quindi negre, e possono infastidire il credo anti-negher del partito cui appartiene, ma forse vale la pena di tentare. O no?

 

(10 aprile 2021)

©gaiaitalia.com 2021 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: