Il parco “I folletti” di Sassuolo si rinnova grazie al volontariato

di Redazione #Sassuolo twitter@modenanewsgaia #Sociale

 

“Lavorare insieme per favorire la diffusione di un approccio generale che passi dalla cultura dello scarto alla cultura del valore e del prendersi cura, sia nelle relazioni sia in tutto ciò che ci circonda.”, questo il tema di fondo che ispira le azioni di quattro associazioni cittadine (NuovaMente Secchia, Legambiente Comuni Pedemontani Modenesi ed Associazione Emilii con Il Melograno capofila), che da alcuni mesi promuovono le azioni del progetto “Da scarto a risorsa”, sostenuto dalla Regione Emilia-Romagna.

Nel mese di maggio, giugno e luglio, in accordo con l’Ufficio Tecnico del Comune di Sassuolo, le attività si sono focalizzate sul recupero e valorizzazione del parco “I Folletti” di via Fornace. Una vera e propria azione di valorizzazione del verde pubblico, per renderlo più bello e per migliorare la fruizione di questo parco di periferia. L’intento è quello di avvicinare le persone, i cittadini, i volontari ed anche i bambini, a questo spazio cittadino e poter magari in futuro anche ridare vita a un vero e proprio comitato di gestione.

Nel corso di diverse giornate, nel pieno rispetto delle normative per il contenimento della diffusione del virus Covid-19 si sono svolte attività manutentive nel parco, che hanno riguardato, nello specifico, la sistemazione di tavoli e panchine esistenti attraverso interventi di carteggiatura e tinteggio con impregnante, gestione del verde e abbellimento del parco con disegni.

Le attività sono coordinate dall’associazione Il Melograno e Legambiente Comuni Pedemontani Modenesi e hanno visto la partecipazione di diversi giovani volontari.

Questa azione progettuale presso Il Parco I Folletti giunge all’interno di un percorso che ha visto le quattro associazioni coinvolte nel progetto sviluppare nei mesi di novembre 2019 – febbraio 2020 un fitto calendario di incontri con le scuole del territorio, lavorando sui seguenti argomenti: il valore del cibo (a cura di associazione Il Melograno), il valore delle persone e degli oggetti (a cura di Associazione Nuovamente), il valore del recupero (a cura di Associazione Emilii), in natura non esiste rifiuto (a cura di Legambiente).

Nei programmi futuri c’è la ripresa a Settembre dei contatti con le classi coinvolte nel progetto, per poter andare a terminare il percorso, prevedendo anche un momento di “inaugurazione” del parco rinnovato.

Il progetto “Da scarto a risorsa” è finanziato nell’ambito del bando regionale 689/2019.

 

(27 luglio 2020)

©gaiaitaia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 





 

 

 

 

 

 

 




Share and Enjoy !

0Shares
0 0
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: