Se realizzeranno tutto ciò che Conte ha detto questo non sarà un Governo: sarà un miracolo

Altre Notizie

Meloni è stanca delle “critiche alla manovra”, insomma con le critiche non ce la fanno

di Giovanna Di Rosa La presidente del Consiglio è “stanca delle critiche” alla manovra e trascina Palazzo Chigi sulla pericolosa soglia del come si permettono che è sempre un pessimo segno. Se ci sono critiche ci sono criticità evidentemente, dunque piuttosto che insofferenza sarebbe bene manifestare umiltà, perché chi la bicicletta se l’è cercata poi la bicicletta […]

Immacolata chiusura al traffico di via Emilia Centro

di Redazione Modena In occasione della festa dell’Immacolata, così come per il prossimo weekend, verrà chiusa al transito veicolare via Emilia centro, da corso Canalgrande a via Rismondo, per garantire una maggiore sicurezza e la possibilità di passeggiare anche in strada. In particolare, il provvedimento sarà attuato dalle ore 15 di mercoledì 7 alle ore 5 di venerdì 9 […]

Modena. Deroga alla ZTL per carico-scarico nel periodo natalizio

di Redazione Modena Per rispondere alle maggiori esigenze di approvvigionamento e consegna merci nel periodo natalizio degli esercizi commerciali situati in centro storico, da giovedì 8 dicembre fino a domenica 8 gennaio è stata ampliata la fascia oraria di accesso alla zona a traffico limitato per alcune categorie di veicoli. La deroga alle fasce orarie di circolazione previste durante […]

Carpi. Prosegue la campagna informativa dell’Arma dei Carabinieri, per sensibilizzare gli anziani sulle tematiche dei furti in abitazione, le truffe ed i raggiri

di Redazione Modena Sabato pomeriggio, i Carabinieri del Comando Provinciale di Modena hanno proseguito la campagna informativa di sensibilizzazione per la prevenzione dei furti in abitazione e delle truffe ai danni degli anziani, partecipando all’incontro organizzato congiuntamente all’Amministrazione comunale e alla Polizia Locale, presso il circolo “Due Ponti” di Carpi. Alla conferenza, è intervenuto il Comandante […]

Per l’8 dicembre visite guidate a Museo e Ghirlandina

di Redazione Modena La festa dell’Immacolata, giovedì 8 dicembre, è l’occasione per passare un pomeriggio immersi nel patrimonio artistico e culturale di Modena con la visita guidata alla scoperta delle sale rinnovate del Museo Civico di Modena, alle 16, e la visita “combo” alla Ghirlandina e alle sale storiche del Palazzo Comunale, in programma alle […]

Condividi

foto: Filippo Attili

di Daniele Santi #Conte twitter@gaiaitaliacom #Politica

 

Un discorso pacato ed intelligente, quello di Giuseppe Conte in occasione del dibattito parlamentare. Tra gli oppositori spicca Fabio Rampelli di Fratelli d’Italia (protagonisti di un’orrenda gazzarra alla Camera) che dice “Io cònstato” e non “Io constàto”, una chicca sulla quale io aprirei un intero discorso di risposta. Per fortuna non sono un politico.

Un discorso pacato ed intelligente, dicevamo, costellato di trappole nelle quali le irragionevoli, sempre più furiose e sempre più pericolose destre neofasciste che fuori dalla Camera scatenavano casini a suon di saluti romani (e il decreto sicurezza-bis?) ed inneggiavano a non meglio identificate potenze straniere che interferiscono nella vita politica italiana – parlavano della Lega? E’ stato Salvini a firmare un patto di collaborazione con il partito di Putin. Non Conte – cascavano in pieno e a piedi pari.

Questo detto, torniamo al Conte-bis – o al Conte Due, come Travaglio ci ordina – che elenca un numero di cose da fare, cose inserite nel programma, in quello che definisce un governo “dalla lingua mite” e di primi interventi sugli asili nido con azzeramento delle rette già nel 2020-2021 e di ampliare contestualmente l’offerta di posti disponibili soprattutto al sud; di intervenire per migliorare la didattica e professionalità dei docenti, con una più giusta valorizzazione anche economica; di crescita integrale e inclusiva, di sviluppo equo e solidale. Ipotizza addirittura un emendamento alla Costituzione per inserirvi una permanente svolta verde ed ecosolidale. Parla di ricostruzione delle zone terremotate come di una questione prioritaria e garantisce che sarà lui stesso ad andare nei luoghi dei disastri ed iniziare la ricostruzione: lo hanno detto in tanti prima di lui. Parla poi di un governo che dovrà fare in modo che tutti paghino le tasse, ma proprio tutti, affinché tutti possano pagare meno e viene sommerso da una selva di fischi. Indica quindi una legge sulla parità di genere nelle retribuzioni.

Il nostro è un obbiettivo ambizioso – dice – di lungo periodo. Siamo consapevoli della prossima manovra fiscale molto impegnativa e di dover evitare l’aumento automatico dell’Iva alleggerendo il cuneo fiscale”.

Lo sa anche mentre lo dice che si tratta di un ossimoro, ma ossimoro è anche il governo M5S/PD e tocca stare a vedere. Conte prosegue con i diritti individuali e di stimolo alla natalità; finalmente parla di potenziare la lotta alle organizzazioni mafiose e quella ai grandi evasori (si prende un’altra sventagliata di fischi) e di conflitto d’interessi.

Infine, in linea con Mattarella, dice: “Confido che i professionisti dell’informazione possano svolgere un ruolo critico”. Ci sentiamo di poterlo tranquillizzare. Non gliene perdoneremo una.

Fuori dal parlamento la destra della gazzarra e dei complotti, quei Fratelli d’Italia nostalgici e violenti, ignoranti ed incolti della democrazia, guidati da una che si sente la reincarnazione di Marine Le Pen (contenta lei), che vedono accodarsi alla manifestazione anche quel Matteo Salvini che ha fatto cadere il governo e che ora insegue Meloni, che gli sottrae voti nei sondaggi mentre M5S e PD recuperano voti dagli indecisi; capite? Matteo Salvini va alla manifestazione contro il nuovo governo nato dalle ceneri del governo che ha fatto cadere lui con Fratelli d’Italia che racconta, lo fa anche in Parlamento, che si impedisce al popolo italiano di votare.

Una triste accozzaglia di sobillatori impreparati, arruffoni, agitatori di folle incolte di politica e bisognose, alle quali vendono le loro presenze parlamentari come intrugli miracolistici che li toglieranno dalla povertà e dalla ambasce. La solita triste destra italiana, sempre più estrema, cialtrona e pericolosa. E i soliti governi che promettono un sacco di cose.

Il cambiamento sarebbe fare tutto ciò che ha detto, Presidente Conte, un cambiamento così forte da sembrare quasi un miracolo.

 

(09 settembre 2019)

©gaiaitalia.com 2019 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 





 

 

 




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: