18.6 C
Comune di Sassuolo
venerdì, Settembre 17, 2021
HomeIl SassolinoSignor Sindaco Menani, Lei che è anche padre rassicurante di tutti i...

Signor Sindaco Menani, Lei che è anche padre rassicurante di tutti i Suoi concittadini dispensi il Suo verbo e parli di Coronavirus

di Giancarlo Grassi #IlSassolino twitter@sassuolnewsgaia #Coronavirus

 

Dopo il quotidiano locale che suggeriva come difendersi dal Coronavirus quando nemmeno gli scienziati sanno come, dopo che un altro quotidiano locale aveva suggerito con un articolaccio di un caso sospetto di Coronavirus che non c’è mai stato, ci saremmo aspettati un Suo augusto intervento sulla questione, posto che la sicurezza dei cittadini, ce l’ha sbandierata sotto al naso come Rocco Siffredi ce lo sbandierava sotto il naso, è sempre stata il Suo faro.

Invece Lei tace. Non che dal punto di vista della qualità della nostra vita il fatto incida più di tanto. Anzi. Tuttavia ci saremmo aspettati almeno un invito alla calma, alla tranquillità, corredando il suo eventuale comunicato stampa dei soliti toni rassicuranti che inserisce quando parla della sicurezza dei cittadini sul ponte di Veggia, ad esempio, o quanto insinua di stupri e saccheggi notturni mai avvenuti – ed invero mai citati chiaramente dal Suo augusto verbo, per ergersi sulla Sua poltronissima di Super Sindaco come esempio irripetibile – speriamo francamente che sia così.

Invece Lei tace.

E’ un silenzio inquietante. Perché Lei parla di tutto. Soprattutto di ciò che conosce poco. Quindi i casi sono due: o la Sua non conoscenza del virus in questione è molto al di sotto di ciò che Lei ritiene normalmente di conoscere, o della sicurezza di cittadini di cui ci ha riempito le orecchie, e non solo quelle, fino ad oggi, non Le interessa granché.

Pendiamo dunque dalle Sue labbra, le labbra di chi non solo è Sindaco, ma è anche padre sinceramente preoccupato dei suoi concittadini, per venire messi a conoscenza di quali siano le Sue straordinarie misure di contenimento del panico, ad esempio – non che si pretenda che Lei insegni ai sassolesi che non si svuotano i supermercati come se ci fossero le guerre puniche alle porte accaparrandosi tutti i beni possibili secondo il leghistissimo pensiero de l’importante è che sopravviva io coi miei famigliari e crepino gli altri.

Le chiediamo solo di renderci edotti, noi che poco capiamo e proprio per questo non La voteremmo nemmeno sotto tortura, su ciò che ritiene debba essere fatto che non sia già stato fatto meglio da Stefano Bonaccini, ammesso che pensi di fare qualcosa e che il verbo pensare non sia ormai più, in questo mondo in cui la Sua parte politica voleva chiudere tutti i confini possibili e si sta trovando chiusa fuori da tutti i confini possibili, addirittura – oh immane tragedia! – da quelli della Romania, soltanto un pleonasmo (qui il link al termine pleonasmo).

 

(24 febbraio 2020)

©gaiaitalia.com 2020 – diritti riservati, riproduzione vietata

 

 




 

 

 

 

 

 




POTREBBERO INTERESSARTI
Pubblicità

ULTIME NOTIZIE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: